Un regime di sicurezza per lo spazio: lezioni dal controllo degli armamenti

Di Jessica West e Gilles Doucet

Sintesi

Clicca sull’immagine per visualizzare il rapporto completo

Lo spazio esterno è un ambiente fragile che è soggetto a una serie di rischi e minacce correlati alla sua sicurezza, sostenibilità e uso sicuro. I pericoli includono detriti orbitali mortali e un rischio crescente di collisioni accidentali da parte della popolazione di satelliti in rapida crescita. Anche le minacce sono in aumento, dalle tecnologie emergenti come gli attacchi cibernetici alle nuove capacità anti-satellite e altre armi che sosterrebbero i conflitti armati nello spazio. Sebbene siano stati compiuti alcuni progressi nello sviluppo di regole per mitigare alcuni di questi rischi, più di 40 anni di sforzi per il controllo degli armamenti e la prevenzione dei conflitti presso le Nazioni Unite sono in gran parte falliti.

Sono necessari approcci aggiornati al controllo degli armamenti nello spazio. Ma non dovremo ricominciare da zero. La premessa di questo rapporto è che possiamo prendere in prestito spunti da altre esperienze di controllo degli armamenti.

Basandosi sulla ricerca recentemente completata sulle norme spaziali, i partner Project Plowshares e Spectrum Space Security esaminano potenziali percorsi per il controllo degli armamenti e altre restrizioni militari nello spazio. Le norme sono al centro di questo processo. Ma le norme non sono uno strumento autonomo per garantire stabilità strategica e benessere collettivo in un dominio soggetto a un’intensa rivalità di potere e ad attività belliche. In altri ambiti dell’attività militare, il controllo degli armamenti e altre restrizioni hanno migliorato con successo la sicurezza di tutte le parti. Sebbene lo spazio sia un ambiente unico, gli attori e gli interessi associati a questo dominio sono gli stessi legati ad altri ambiti strategici della sicurezza e del disarmo. Rispondendo all’impegno del Canada nella politica di difesa sicura, protetta e impegnata di “fornire una leadership nella definizione di norme internazionali per un comportamento responsabile nello spazio”, questo rapporto esamina le migliori pratiche e le lezioni apprese da questi altri domini ed esperienze per informare la creazione di quadri aggiuntivi per sicurezza nello spazio.

Lo scopo del nostro lavoro è ampio per cogliere i numerosi ostacoli al controllo degli armamenti nello spazio. Include l’analisi del contenuto degli accordi esistenti sul controllo degli armamenti; ricerca qualitativa tratta da accordi bilaterali, multilaterali e umanitari; e approfondimenti di esperti globali sia del controllo degli armamenti che delle comunità spaziali. Questo materiale è sintetizzato in una serie di lezioni organizzate in cinque temi:

  • Principi e obiettivi
  • scopo
  • Conformità, compresa l’attuazione e la verifica
  • Strumenti, meccanismi e istituzioni
  • Processi.

Queste lezioni sono presentate in un elenco completo a pagina 7.

Poiché lo spazio è un ambiente unico, riconosciamo che nessuna soluzione terrestre risponderà pienamente alla portata e alle sfide presentate dal controllo degli armamenti in questo settore. Riconosciamo inoltre che il controllo degli armamenti deve essere continuamente adattato per rispondere alle mutevoli circostanze politiche e tecniche.

Ci avviciniamo al controllo degli armamenti come una serie di sforzi per limitare lo sviluppo, i test, la produzione, lo stoccaggio e l’uso di determinate armi, attraverso il reciproco consenso. L’obiettivo è prevenire o almeno ridurre al minimo i conflitti e controllare o limitare l’uso delle armi più eclatanti che causano danni ai civili e all’ambiente.

Non una tabella di marcia per il controllo degli armamenti nello spazio extraatmosferico, le lezioni intendono ispirare una riflessione fruttuosa sugli sforzi per il controllo degli armamenti, facilitare nuovi approcci e identificare opportunità di impegno e perseguimento di progressi sulle restrizioni reciproche in un momento in cui gli accordi sul controllo degli armamenti di le epoche passate sono sempre più sollecitate.

il punto chiave della nostra ricerca è che ciò che è necessario per fare progressi nel controllo degli armamenti nello spazio è una nuova prospettiva che vede il controllo degli armamenti non come uno strumento o un accordo distinto, ma come un regime più ampio di governance della sicurezza che comprende principi e norme; restrizioni e obblighi; misure di conformità e rafforzamento della fiducia; e strumenti, istituzioni e meccanismi per facilitare l’impegno politico in corso, il dialogo e l’attuazione di misure che migliorano la sicurezza collettiva.

Concludiamo che gli sforzi di controllo degli armamenti per lo spazio esterno dovrebbero concentrarsi sulla ricerca di opportunità per far avanzare vari elementi di un tale regime. Ciò che serve è un processo continuo e iterativo per mitigare i rischi che la concorrenza militare e la tecnologia rappresentano per la sicurezza e il benessere dell’ambiente spaziale e dei suoi utenti.

Leggi il rapporto completo qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *