Tesla FSD Beta 10.69.3 prevista questa settimana

Tesla FSD Beta 10.69.3 verrà rilasciato alla fine di questa settimana

La sospensione continua. La tanto attesa versione beta completa di guida autonoma 10.69.3 dovrebbe arrivare da un giorno all’altro. Sì, l’hai già letto. Sebbene possa essere frustrante per alcuni, dovrebbe dimostrare quanto sia importante questo aggiornamento per Tesla. Elon Musk ha già dichiarato la sua fiducia nell’aggiornamento e ritiene che FSD sia più sicuro dei driver umani.

Musk ha anche annunciato durante la chiamata sugli utili del terzo trimestre che ogni abbonato FSD negli Stati Uniti e in Canada avrà accesso al programma prima della fine dell’anno. Ciò significa che il numero di veicoli FSD in funzione sta per salire alle stelle. Con le autorità di regolamentazione che seguono da vicino il programma, Tesla deve ricontrollare e ricontrollare tutto. Quando è stato chiesto quando L’FSD stava arrivando, ha twittato Musk“La prossima settimana. In realtà è una versione importante, quindi sono necessari molti più test interni prima di passare alla versione beta pubblica”.

Forse sono i decimali che stanno allontanando le persone. Di solito, gli aggiornamenti con due o più decimali sono piccoli e risolvono bug minori o consentono l’accesso a lievi miglioramenti. Data la lunga lista di tweet che il CEO di Tesla ha pubblicato promettenti sviluppi significativi, questo aggiornamento potrebbe essere più adatto per essere un nuovo numero, come 11. Tuttavia, Musk ha twittato all’inizio di questo mese“10.69.3 sarà effettivamente un aggiornamento importante. Manteniamo .69 solo perché haha.”

Molti osservatori si aspettavano il “grande aggiornamento” poco dopo l’AI Day 2022, il 30 settembre. Sfortunatamente, i miglioramenti dell’FSD hanno giocato un ruolo secondario rispetto alla presentazione di Optimus, il robot umanoide. Tuttavia, è stato comunque impressionante per il programma Autopilot e gli ingegneri dietro le quinte. Il direttore del programma Autopilot di Tesla, Ashok Elluswamy, ha dichiarato: “Il software beta dell’FSD è abbastanza in grado di guidare l’auto. Dovrebbe essere in grado di spostarsi da un parcheggio all’altro, guidare su strade cittadine, fermarsi per semafori e segnali di stop, negoziare con oggetti agli incroci, fare svolte e così via.”

FSD Beta 10.69.3 è stata attesa con impazienza ogni settimana da allora, poiché i tweet continuano ad accumularsi. Musk ha anche raddoppiato i miglioramenti del prossimo FSD durante la recente chiamata sugli utili. È sicuro che Tesla sia sulla buona strada per diventare completamente autonoma e si sta preparando a sfidare le autorità di regolamentazione per dimostrare che questo programma renderà le strade più sicure. “Certamente, senza alcuna domanda nella mia mente, il prossimo anno. Penso che avremo anche dati sufficienti il ​​prossimo anno per poter mostrare alle autorità di regolamentazione che l’auto è più sicura dell’essere umano medio”, ha affermato Musk.

Data di rilascio

Tesla ha tradizionalmente rilasciato gli aggiornamenti della beta di FSD verso la fine della settimana. È possibile che potremmo vedere i primi avvistamenti di questa beta il prossimo fine settimana quando Tesla la rilascerà ai dipendenti. Tesla verrà quindi rilasciato lentamente ai tester esistenti.

Altre caratteristiche incluse

È quasi certo che FSD Beta 10.69.3 sarà basato sull’aggiornamento 2022.28 o 2022.36, il che significa che porterà anche alcune grandi funzionalità che sono al di fuori di FSD Beta.

Funzionalità come la sincronizzazione del profilo Tesla, il posizionamento migliorato della telecamera Blind Spot che faceva parte del 24.2022 e percorsi alternativi, la possibilità di ridurre al minimo il teatro Tesla e altro ancora.

Se FSD Beta 10.69.3 è basato su 2022.36, includerà i miglioramenti ampiamente popolari all’app Energy, la possibilità di personalizzare la protezione dal surriscaldamento dell’abitacolo e la possibilità di visualizzare i dettagli dell’ETA del veicolo e del lettore multimediale nell’app Tesla.

Questo sarà sicuramente un grande aggiornamento, non solo per i miglioramenti alla beta di FSD, ma anche per tutte le funzionalità aggiuntive che gli utenti beta hanno perso negli ultimi due mesi.

Tesla riduce i prezzi in Cina dal 5 al 10%.

Tesla ha invertito i suoi più recenti aumenti di prezzo su tutta la linea in Cina, riducendo il costo di alcuni modelli dal 5 al 10%.

Proprio il mese scorso la società ha iniziato a offrire incentivi a coloro che hanno acquistato l’assicurazione di Tesla. Gli osservatori ipotizzano che questo potrebbe segnare l’inizio della guerra dei prezzi nel paese poiché numerosi produttori di veicoli elettrici si stanno contendendo il primo posto. Le implicazioni potrebbero essere di vasta portata poiché sempre più aziende stanno costruendo veicoli elettrici e si profila una recessione. Il prezzo sarà il fattore numero uno per molti che considerano un veicolo elettrico.

Reuters riporta che Tesla ha dichiarato: “stava adeguando i prezzi in linea con i costi. L’utilizzo della capacità presso la sua Gigafactory di Shanghai è migliorato, mentre la catena di approvvigionamento rimane stabile nonostante l’impatto sull’economia delle rigorose restrizioni cinesi contro il COVID-19, che portano a una riduzione dei costi”. Tuttavia, il rapporto afferma anche che i numeri delle vendite al dettaglio sono in calo e anche la domanda di auto elettriche è rallentata.

È interessante notare che il taglio dei prezzi è stato segnalato da La carta, un quotidiano digitale cinese, un mese fa. Ma il media in seguito ha riferito che Tesla China ha risposto alla loro storia, dicendo “Voci, notizie false” e che il servizio clienti “non ha ricevuto avvisi pertinenti”. Il calo dei prezzi è stato notevolmente vicino alle diminuzioni di cui si diceva un mese fa.

Non c’è stata alcuna speculazione su un taglio dei prezzi in Nord America; infatti la domanda resta alta con lunghe liste di attesa. Elon Musk ha detto durante la chiamata sugli utili del terzo trimestre che non vede questo rallentamento. Ha detto che ogni veicolo che producono sarebbe stato venduto. Tuttavia, Elon ha commentato su Twitter nel luglio di quest’anno dicendo che Tesla può abbassare i prezzi se “l’inflazione si calma”. Dovremo aspettare e vedere se Tesla riduce i prezzi in altre regioni.

Tuttavia, ha discusso della creazione di un nuovo veicolo che molti credono possa essere il Model 2. Si prevede che questo modello sarà meno costoso, quindi più competitivo con le aziende che offrono veicoli elettrici a prezzi più convenienti.

Riduzioni di prezzo in Cina

  • Modello 3 RWD: ridotto di $ 1.400 USD
  • Prestazioni Model 3: ridotte di $ 2.500 USD
  • Modello Y RWD: ridotto di $ 2.400 USD
  • Model Y Long Range: ridotto di $ 5.100 USD
  • Prestazioni Model Y: ridotte di $ 2.700 USD

Mentre Tesla è il gigante dei veicoli elettrici in Nord America e in gran parte del mondo, è al terzo posto in Cina. BYD Motor e SAIC-GM-Wuling sono i leader in quel paese, ma Tesla sta guadagnando. Lo stabilimento di Shanghai produce 22.000 unità a settimana, un balzo di quasi 5.000 da giugno. L’azienda ha consegnato più di 83.000 veicoli il mese scorso, la produzione più alta dall’apertura della fabbrica nel 2019.

China Merchants Bank International (CMBI) ha dichiarato a Reuters che le riduzioni dei prezzi evidenziano l’incombente recessione e il rallentamento a livello di settore previsto nel settore dei veicoli elettrici in Cina. Shi Ji, analista di CMBI, ha dichiarato: “I tagli dei prezzi sottolineano la possibile guerra dei prezzi, che abbiamo sottolineato da agosto”. Alcuni utenti di Twitter stanno pubblicando screenshot di liste d’attesa sviluppate in Cina poche ore dopo il calo dei prezzi.

La cronologia di Cybertruck di Tesla è stata riaffermata

Tesla inizierà la produzione del Cybertruck presso Giga Texas a metà del 2023, una linea temporale che è stata riaffermata durante la chiamata sugli utili del terzo trimestre di Tesla.

Dopo aver inizialmente presentato il pick-up elettrico nel 2019, Tesla ha ritardato più volte la produzione a causa delle sfide della catena di approvvigionamento e di altre questioni economiche.

Mentre il Cybertruck sarà costruito presso Giga Texas, Tesla prevede di iniziare a produrre pacchi batteria per il prossimo camion nella sua fabbrica di Fremont, secondo Teslarati. In precedenza era previsto che le batterie sarebbero state prodotte presso Giga Texas, la stessa fabbrica in cui verrà assemblato il Cybertruck, tuttavia, la produzione di celle della batteria e pacchi di celle non è ancora pronta per iniziare la produzione di massa nella sua Gigafactory di nuova costruzione ad Austin, in Texas.

All’inizio di quest’anno, Tesla ha presentato domanda per costruire un impianto di produzione di batterie e catodi presso Gigafactory in Texas. La costruzione è iniziata ma probabilmente non sarà pronta in tempo per il lancio previsto del Cybertruck a metà del 2023.

Tesla utilizzerà la nuova Giga Press di IDRA con una forza di chiusura di 9.000 tonnellate per produrre il Cybertruck. La nuova rotativa Giga è composta da 54 pezzi, del peso di circa 170.995 libbre. La Giga Press è arrivata a Houston, in Texas, la scorsa settimana e si prevede che raggiungerà presto la Gigafactory di Austin, in Texas.

IDRA Group è uno dei principali fornitori di Tesla che fornisce alla casa automobilistica gigantesche macchine di produzione. La Giga Press da 6.000 tonnellate che hanno costruito offre a Tesla la possibilità di produrre estremità monoblocco per il Modello Y. Giga Texas riceverà presto una Giga Press da 9.000 tonnellate per produrre il Cybertruck.

Il rilascio degli utili del terzo trimestre ha rivelato che il Cybertruck è ora nella fase di produzione “Tooling”. La fase di attrezzaggio è quella in cui Tesla inizia a configurare le macchine e la linea di produzione prima che un veicolo entri in piena produzione. Sebbene la produzione non sia completamente in corso, questo è un buon segno che Tesla è sulla buona strada per iniziare la produzione a metà del 2023.

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *