Steven Downs è stato condannato a 75 anni per l’omicidio di Sophie Sergie 29 anni fa alla UAF – The Delta Discovery, Inc.

Steven Downs di Auburn, Maine – la sentenza è avvenuta lunedì scorso a Fairbanks. (foto d’archivio)

Ventinove anni dopo essere stato una matricola che viveva nei dormitori dell’Università dell’Alaska Fairbanks, Steven H. Downs è stato condannato a 75 anni di prigione per aver aggredito sessualmente e ucciso Sophie Sergie, 20 anni, nel 1993.

Nel condannare Downs lunedì nel tribunale di Rabinowitz a Fairbanks, il giudice della Corte superiore Thomas Temple ha osservato che non c’era nulla che la Corte potesse fare per riparare il danno causato dalle azioni di Downs. Nelle sue osservazioni sulla condanna, il giudice Temple ha commentato che la vita di Sergie è stata presa dal sig. L’atto insensato di Downs e la nota Downs non hanno tenuto conto della sua autonomia come persona, del suo valore della vita, e hanno sottolineato che se n’è andata per sempre a causa della scelta insensibile di Downs.

Il giudice Temple ha commentato che oltre a prendere Sophie dal mondo, Downs ha derubato la sua famiglia della capacità di amarla, di vivere la vita con lei, di continuare il tempo sulla terra con lei.

Per quasi tre decenni dopo l’omicidio di Sergie, non c’erano sospetti nel caso freddo. Un campione di DNA prelevato dal corpo di Sergie è stato inserito in un database nazionale del DNA, ma non corrispondeva a un altro profilo nel database. Ma nel 2017, un nuovo metodo investigativo che collega la tecnologia del DNA e la ricerca genetica è stato utilizzato per risolvere un caso di omicidio in California. Gli Alaska State Troopers hanno utilizzato per la prima volta questa stessa metodologia nel 2018, quando hanno presentato il campione sconosciuto del corpo di Sergie per l’analisi della genealogia genetica.

Questa analisi ha identificato Downs come un possibile sospetto sulla base di una connessione con una zia che aveva caricato il suo profilo su un sito Web di genealogia open source. L’indagine ha confermato che al momento dell’omicidio, Downs frequentava l’UAF e viveva nel dormitorio in cui fu assassinato Sergie.

Quando è stato intervistato nel 2019, Downs ha negato di aver mai incontrato o essere entrato in contatto con Sergie. Downs è stato arrestato nel febbraio 2019, quando il suo DNA è stato definitivamente collegato mediante il tradizionale confronto del DNA al campione di DNA raccolto decenni fa sul corpo di Sergie. Downs è stato estradato dal Maine dove ha lavorato come infermiera.

Sergie proveniva dal villaggio nativo di Pitka’s Point nell’Alaska occidentale. Sergie era una studentessa dell’UAF che aveva preso il semestre libero. È tornata a Fairbanks per un appuntamento di ortodonzia e si trovava nella stanza del dormitorio di un’amica in un piano per sole ragazze di Bartlett Hall. Nelle prime ore del 26 aprile 1993, Sergie lasciò la stanza al secondo piano della sua amica per fumare a tarda notte; il pomeriggio successivo è stata trovata morta in una vasca da bagno nel bagno delle donne al secondo piano.

Le prove hanno mostrato che Sergie era stata aggredita sessualmente, pugnalata più volte al viso e colpita alla nuca a distanza ravvicinata.

Jenna Gruenstein presso l’Ufficio statale della procura speciale ha chiesto una condanna a 99 anni, con 20 sospesi, per l’omicidio di primo grado e otto anni per l’aggressione sessuale in primo grado, o 87 anni per scontare .

Gruenstein ha sostenuto al giudice che la sfrontatezza di Downs nel commettere il crimine in un bagno pubblico dovrebbe essere presa in considerazione quando lo condanna.

“In primo luogo è stato un crimine non provocato e del tutto inspiegabile”, ha detto. “L’ha commesso contro qualcuno che Downs non ha mai incontrato e l’ha commesso senza una ragione distinguibile. In secondo luogo, Sergie è una donna che Downs ha sopraffatto in ogni modo, altezza, peso e armi … Il modo in cui ha commesso il crimine, è piuttosto scioccante che non sia stato catturato prima perché questo crimine avrebbe dovuto essere facilmente individuato. Era in un luogo pubblico con un bagno che separava l’omicidio dal lavarsi e lavarsi i denti, mentre gli studenti andavano e venivano, abbastanza occupati con le attività”.

L’avvocato difensore di Downs, Jim Howaniec, ha descritto il giovane Down in tribunale come “un ragazzo a 4.000 miglia da casa per la prima volta”. Howaniec ha detto che non avrebbe minimizzato l’offesa, ma ha detto alla corte che Downs continua ad affermare la sua innocenza. Howaniec ha descritto il diciottenne Downs sia ben adattato che benvoluto con una ragazza, ma lo ha anche descritto come “molto immaturo, beve e fa festa molto, fino a 1/5 di whisky ogni notte, in qualche modo mantenere i suoi voti, fare un sacco di erba, alienato come molti giovani di 18 anni”.

La difesa ha chiesto 50 anni di reclusione con 30 anni di sospensione o 20 anni per scontare, per omicidio, e otto anni per aggressione sessuale, da correre contemporaneamente.

Il giudice Temple ha affermato che i tre decenni di Downs senza aver commesso un crimine non potrebbero ridurre l’entità della sua condotta. Applicando le leggi sulla condanna in vigore quando il crimine si è verificato nell’aprile 1993, il giudice Temple ha condannato Downs a 67 anni per la condanna per omicidio e otto anni per la condanna per aggressione sessuale, per un totale di 75 anni consecutivi. Secondo la legge, Downs può chiedere la libertà condizionale discrezionale dopo aver scontato 25 anni, a quel punto avrà 73 anni. Il giudice Temple ha anche ordinato a Downs di registrarsi come molestatore sessuale a vita.

Gruenstein ha detto che sperava che la sentenza avrebbe aiutato a portare guarigione alla famiglia e agli amici di Sophie e alla comunità.

“Sia per Chris (Chris Darnell, assistente del procuratore generale) che per me, è stato un vero onore lavorare a questo caso, visto da quanto tempo era rimasto irrisolto, da quanto tempo la comunità – Fairbanks, UAF, la famiglia di Sophie – sapeva che qualcuno apparentemente era riuscito a farla franca con questo omicidio e stupro. Penso che essere in grado di fornire una chiusura alla comunità sia una delle cose migliori che ne sono venute fuori. È un altro esempio di quanto possa essere utile la genealogia genetica. Questo è il primo caso che è andato in tribunale in Alaska utilizzando questa tecnologia”.

L’Alaska State Troopers ha indagato su questo caso con l’aiuto della polizia di stato del Maine e del dipartimento di polizia di Auburn. L’Alaska State Crime Detection Laboratory e il Maine State Laboratory hanno entrambi condotto test del DNA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *