Punire i saccheggiatori del nostro pianeta ‹ CrimeReads

Sono stato frustrato per molto tempo. Per dieci anni sono stato redattore presso Scientifico americano, dove ho scritto articoli ed editoriali sul cambiamento climatico, esortando il governo a reprimere l’inquinamento dovuto al riscaldamento del pianeta. Per la maggior parte, la reazione è stata la paralisi. Solo poche settimane fa, la Corte Suprema ha spogliato lo strumento più potente del governo degli Stati Uniti per ridurre le emissioni di gas serra, e ora la minaccia di una Terra più calda, tempestosa e sempre più inabitabile sembra quasi inevitabile.

Così, in preda alla disperazione, ho deciso di provare qualcosa di nuovo. scrissi Lo spettacolo del giorno del giudizio, un romanzo che drammatizza il modo più spietato ed efficace per frenare il riscaldamento globale: assassinare i magnati dei combustibili fossili che si rifiutano di passare alle energie rinnovabili. È un thriller poliziesco, ma è anche una satira oscura, e per l’ispirazione mi sono affidato ad alcuni thriller rivoluzionari che ritraevano tentativi altrettanto disperati di salvare il mondo naturale.

Il classico molto venerato di questo genere è quello di Edward Abbey La banda della chiave inglese, pubblicato nel 1975. Racconta la storia di quattro disadattati amanti della natura che intraprendono una follia eco-sabotaggio attraverso il sud-ovest americano, facendo saltare in aria ferrovie e distruggendo campi di disboscamento e spingendo bulldozer nei canyon del deserto. Il personaggio più memorabile del romanzo è George Hayduke, il veterano del Vietnam che diventa un anarchico vertiginoso. Testa le aziende del legname e dell’energia, ma non smette di lanciare lattine di birra sul ciglio della strada mentre guida la sua jeep. I suoi tre compagni, un po’ più sani di mente, ma altrettanto impegnati nella causa, mostrano l’ampiezza del fascino del movimento: il saggio chirurgo Doc Sarvis, la femminista della costa orientale Bonnie Abbzug e Seldom Seen Smith, una guida mormone sui battelli fluviali. In uno dei migliori passaggi del romanzo, Seldom Seen supplica Dio di distruggere la diga del Glen Canyon, che ha eliminato un intero ecosistema desertico quando ha allagato il canyon dietro di esso e ha creato il lago Powell negli anni ’60.

La banda della chiave inglese è sicuramente un thriller, pieno di scappatoie e astuti stratagemmi, ma la sua trama ricca di azione trasmette un fervente messaggio anti-sviluppo. Negli anni successivi alla sua pubblicazione, il romanzo è diventato uno dei preferiti degli ambientalisti che hanno fondato gruppi di difesa hard-core come Earth First! e si sono incatenati ad alberi e bulldozer per interrompere le operazioni di disboscamento. In effetti, una delle loro proteste più famose consisteva nel dispiegare un enorme fiocco nero lungo il lato della diga del Glen Canyon, facendo sembrare che Dio avesse risposto alla preghiera di Raramente visto e avesse rotto la massiccia struttura.

L’articolo continua dopo la pubblicità

Abbey, che ha anche scritto il magnifico libro di saggistica Solitario nel deserto, è diventato uno dei principali difensori letterari del sud-ovest e negli ultimi 35 anni Carl Hiaasen ha svolto un ruolo simile per le Everglades e le altre meraviglie naturali del sud della Florida. Giornalista e opinionista di lunga data per Il Miami Herald, Hiaasen ha iniziato a scrivere romanzi gialli negli anni ’80. Il suo primo romanzo da solista, Stagione turisticaimmaginava un gruppo terroristico chiamato Las Noches de Diciembre (“Le notti di dicembre”) che cerca di fermare la spoliazione della Florida prendendo di mira i promotori del turismo verso lo stato. Il loro leader è un giornalista canaglia di nome Skip Wiley e la loro prima vittima è il capo della Camera di Commercio di Miami; il suo corpo viene trovato infilato in una valigia, con un giocattolo di coccodrillo di gomma infilato in gola.

Presto, i terroristi hanno intensificato la loro campagna mortale rapendo turisti casuali dalle località turistiche della Florida e dando loro da mangiare a un immenso coccodrillo di nome Pavlov. L’eroe del romanzo, l’investigatore privato ed ex giornalista Brian Keyes, è sconvolto dagli omicidi, ma allo stesso tempo è abbastanza ambientalista da capire le motivazioni dei terroristi. Anche il turismo dilagante e il sovrasviluppo sono forme di violenza, che colpiscono le specie autoctone e le persone sfruttate che non guadagnano nulla dal profitto.

Ciò che distingue Abbey e Hiaasen dagli altri scrittori ambientalisti è il loro stile sbarazzino e folle. La banda della chiave inglese e Stagione turistica sono romanzi divertenti George Hayduke e Skip Wiley sono antieroi esilaranti, a volte al limite del pazzo. E molto spesso il modo migliore per trasmettere un messaggio serio è con una sana dose di umorismo. Un divertente romanzo ambientale con personaggi ribelli può fare di più per aumentare la consapevolezza e promuovere l’attivismo di un cupo libro distopico che fa solo sentire i lettori senza speranza.

Ho adottato la stessa strategia per il mio nuovo romanzo, Lo spettacolo del giorno del giudizio. L’eroe del libro, Max Mirsky, è un giornalista scientifico frustrato che conclude che nessuno sta prestando attenzione ai suoi avvertimenti sul cambiamento climatico. Alla disperata ricerca di un altro modo per dare l’allarme, forma un gruppo di attivisti di teatro di strada chiamato Doomsday Company, che esegue sketch comici musicali prendendo in giro i peggiori criminali climatici, che Max ha identificato attraverso il suo giornalismo investigativo. Ma poco dopo una di queste esibizioni, il Lambasting di un amministratore delegato di una compagnia carboniera davanti al quartier generale della sua azienda, il magnate viene trovato assassinato. Poi un assassino massacra un magnate della compagnia petrolifera nella lista dei criminali climatici di Max e un gruppo di ecoterroristi rivendica la responsabilità delle uccisioni.

L’articolo continua dopo la pubblicità

Max è stupito e inorridito dal fatto che i terroristi stiano usando la sua lista per selezionare le loro vittime. Il suo orrore cresce quando il gruppo radicale rapisce sua figlia adolescente Sonya – una nota attivista a pieno titolo, una versione americana di Greta Thunberg – nel tentativo di costringerla a sostenere le loro tattiche estremiste. L’FBI sospetta di Max, presumendo che debba essere in combutta con i terroristi, e l’agenzia si concentra sulla protezione dei plutocrati rimasti sulla lista di Max, che include i politici repubblicani reazionari che hanno represso ogni sforzo per rallentare il riscaldamento globale. Ma l’assassino ingaggiato dai terroristi è molto abile e spetta a Max e ai suoi colleghi attori della Doomsday Company fermare gli omicidi prima che danneggino irrimediabilmente il movimento per il cambiamento climatico.

Molti dei personaggi in Lo spettacolo del giorno del giudizio sono figure riconoscibili, in particolare i politici arroganti, buffoni e crudeli che lavorano fianco a fianco con i magnati miliardari per distrarre e ingannare il pubblico. Non mi sento male nel ridicolizzare queste cifre. A differenza degli estremisti nel mio romanzo, non sostengo l’omicidio dei boss dei combustibili fossili, ma credo che abbiamo tutto il diritto di boicottare, criticare ed evitare questi egoisti violatori del nostro bellissimo pianeta. Dobbiamo sconfiggerli usando mezzi non violenti prima che il cambiamento climatico devasti la biosfera e decimi i poveri e i vulnerabili. Se non li fermiamo ora, allora i terroristi come quelli dentro Lo spettacolo del giorno del giudizio apparirà sicuramente nel mondo reale e prenderà in mano la situazione.

***

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *