Ordine di togliere la mascherina mandato nelle scuole dell’Alberta ‘irragionevole’: giudice

Un giudice dell’Alberta ha ritenuto “irragionevole” l’ordine di rimuovere la mascheratura nelle scuole dall’ufficiale medico capo della sanità dell’Alberta. Quella stessa giustizia ha anche ritenuto che una successiva lettera ai consigli scolastici del ministro dell’Istruzione “non fosse un regolamento” e abbia causato “un diffuso malinteso” sul fatto che si trattasse di un divieto di mascheramento.

La decisione arriva da un caso davanti alla Court of King’s Bench che coinvolgeva i genitori di bambini immunocompromessi e l’Alberta Federation of Labor (AFL) in cerca di una revisione del 20 febbraio. 8 ordinanza di sanità pubblica che elimina l’obbligo per studenti, personale o genitori di indossare mascherine nelle scuole.

Il giudice Grant Dunlop ha scoperto che il Dr. Deena Hinshaw non ha preso quella decisione e sembrava seguire la direzione delle priorità del governo provinciale e del comitato del gabinetto di attuazione (PICC). Dunlop ha citato prove tra cui una presentazione che aveva tre opzioni per revocare varie misure di salute pubblica.

La storia continua sotto la pubblicità

Leggi di più:

I decessi COVID in Alberta superano i 5.000

“I verbali del PICC registrano una decisione di indirizzare il Ministro della Salute ad attuare l’Opzione 2, ma variare l’Opzione 2 rimuovendo il mandato della mascherina scolastica nella Fase 1, in particolare alle 23:59 del 13 febbraio 2022. Il dott. L’ordine di Hinshaw fa esattamente ciò che il PICC ha indicato in merito alla rimozione del mandato della maschera scolastica, inclusa la data e l’ora specifiche di tale rimozione”, ha scoperto Dunlop.

Dunlop ha affermato che il Public Health Act richiedeva al CMOH o a un delegato autorizzato di prendere le decisioni, non il gabinetto.

Il linguaggio della legge attribuisce al CMOH il potere decisionale per qualsiasi ordine relativo alle malattie trasmissibili.

“La chiara intenzione del Public Health Act è che gli ordini del Chief Medical Officer of Health siano basati sul giudizio di quell’ufficiale”, ha scritto la giustizia nella decisione rilasciata giovedì.


Fare clic per riprodurre il video:


Più di 20 scuole di Edmonton sperimentano “focolai di malattie respiratorie”


Dunlop ha anche notato che a febbraio. 10 conferenza stampa, Hinshaw ha rifiutato di rispondere alle domande sulla rimozione del mandato della mascherina scolastica, riferendo invece la domanda al ministro della salute.

La storia continua sotto la pubblicità

“Riferirei al ministro Copping per rispondere a questa domanda”, ha detto.

“Poiché l’ordine ha attuato pedissequamente la decisione di PICC, concludo che l’ordine fosse irragionevole”, ha scritto Dunlop nella sua decisione di 28 pagine.

La lettera di LaGrange ha portato a un “malinteso diffuso”

“Dichiaro inoltre che la Dichiarazione del Ministro LaGrange non vietava ai consigli scolastici
imporre mandati di maschere nelle scuole”, ha scritto Dunlop.

Lo stesso giorno in cui l’obbligo di mascheramento scolastico è stato rimosso, il ministro dell’Istruzione Adriana LaGrange ha scritto una lettera alle scuole, affermando che “le autorità scolastiche non possono negare ai propri studenti l’accesso all’istruzione di persona a causa della loro decisione personale di indossare o non indossare una maschera nelle scuole “

Dunlop ha affermato che ciò ha causato “incomprensioni diffuse”.

Leggi di più:

Alberta in attesa di ulteriori “guida” sul trattamento COVID-19 approvato da Health Canada

Mentre il ministro della giustizia può limitare i poteri di un consiglio scolastico, la legge sull’istruzione stabilisce che ciò deve essere fatto attraverso un regolamento.

Dunlop ha affermato che quella dichiarazione non era un regolamento “apparentemente”.

“Non si chiama regolamento e non ci sono prove davanti a me che sia stato pubblicato come richiesto dalla legge sui regolamenti”.

La storia continua sotto la pubblicità


Clicca per riprodurre il video:


Lo studio COVID-19 rileva che l’80% dei bambini è stato infettato


Ma le azioni e le dichiarazioni dei consigli scolastici a seguito della dichiarazione di LaGrange sembravano mostrare che i consigli scolastici avevano l’impressione di essere limitato dall’attuazione di un mandato di maschera, cosa che erano stati in grado di fare prima del 20 febbraio. 8.

Le famiglie hanno anche chiesto alla corte di ritenere che le azioni del governo violassero i diritti della Carta dei bambini. Hanno affermato che la revoca del mandato della maschera e l’apparente divieto da parte del ministro dell’Istruzione di futuri mandati della maschera era discriminatorio nei confronti dei bambini disabili e li priverebbe della vita, della libertà o della sicurezza.

Ma Dunlop ha scoperto che non c’erano prove sufficienti per supportare l’argomento della Carta, respingendo quella richiesta.

‘Una vittoria agrodolce’

Il presidente dell’AFL Gil McGowan ha affermato che la decisione è stata “un’ottima giornata per la salute pubblica”.

La storia continua sotto la pubblicità

“Alcuni potrebbero dire che questa è una decisione che guarda al passato”, ha detto McGowan. “(Le decisioni politiche di salute pubblica e la capacità dei consigli scolastici di stabilire mandati di maschere) sono entrambe questioni attuali oggi”.

McGowan ha affermato che l’AFL intende contattare Hinshaw per ricordarle i poteri e le responsabilità ai sensi del Public Health Act durante la pandemia.

Ha anche in programma di inviare lettere a tutti i consigli scolastici della provincia per ricordare loro che hanno il diritto di stabilire mandati di maschere “per far fronte alle condizioni locali”.

Leggi di più:

Il Premier Smith afferma che il viaggio per riparare il sistema sanitario dell’Alberta sarà “irregolare” e “pericoloso”

Uno dei genitori che ha preso parte all’azione giudiziaria ha definito la decisione una “vittoria agrodolce per i bambini di tutta l’Alberta”.

“Il gabinetto dell’Alberta ha violato la legge sulla salute pubblica e ha messo a rischio la vita dei bambini. La decisione di togliere le mascherine è stata motivata politicamente e non nel migliore interesse dei bambini”, ha affermato in una nota un genitore identificato come SA.

Global News ha accettato di mantenere anonima l’identità del genitore.


Fare clic per riprodurre il video:


Health Canada approva il nuovo vaccino COVID per bambini


Il genitore ha detto che la loro famiglia è stata “direttamente colpita da questa incoscienza” e ha dovuto decidere tra l’istruzione e la salute del figlio.

La storia continua sotto la pubblicità

“Nostro figlio è stato vittima di bullismo e la sua salute è stata compromessa. Nessun figlio o genitore dovrebbe mai essere messo in questa posizione”.

Il genitore ha affermato che la decisione di Dunlop ha confermato l’autorità di Hinshaw di agire e reimplementare i mandati delle maschere nelle scuole, dove i documenti nell’ambito del processo hanno mostrato che c’era una maggiore diffusione di COVID-19.

“La pandemia non è alle nostre spalle: siamo nel mezzo di un’altra ondata di COVID e anche i bambini sono colpiti da un’impennata di RSV e altri virus respiratori. Abbiamo sollecitato il dott. Hinshaw per proteggere la salute dei bambini, in particolare quelli con disabilità, e ripristinare i mandati delle mascherine nelle scuole”.

Leggi di più:

La revisione del COVID-19 dell’Alberta ha il potenziale per cambiare le future risposte alla pandemia, affermano gli esperti

“La palla ora è nel campo della Premier Danielle Smith ora”, ha detto McGowan. “Dato il fatto che abbiamo superato l’inquietante traguardo di 5.000 morti… la domanda è: dov’è l’ufficiale medico capo della sanità?

“Il silenzio è assordante”.

Global News ha contattato Alberta Health, Alberta Education e l’ufficio del premier per un commento.

La Premier Danielle Smith ha precedentemente dichiarato di voler sostituire Hinshaw.

“Svilupperò un nuovo team di consulenti per la salute pubblica”, ha detto Smith il 18 ottobre. 11°.

La storia continua sotto la pubblicità

&copy 2022 Global News, una divisione di Corus Entertainment Inc.

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *