Non risolverai mai il cambiamento climatico con la decrescita

Il cambiamento climatico è alimentato dal rilascio di emissioni di gas serra e tali emissioni provengono da ogni settore dell’economia globale: elettricità, produzione, trasporti, agricoltura, processi industriali. Nel complesso, le emissioni di gas serra sono generalmente in aumento da decenni. Gli attivisti spesso sostengono l’utilizzo di meno e il consumo di meno come una potenziale soluzione al cambiamento climatico: decrescita, viene spesso chiamata.

Questa idea è donchisciottesca, secondo Bill Gates, che ha fondato Breakthrough Energy, un fondo di investimento per la tecnologia e l’innovazione climatica, nel 2015 e ha pubblicato “Come evitare un disastro climatico” nel 2021.

“Non credo sia realistico dire che le persone cambieranno completamente il loro stile di vita a causa delle preoccupazioni per il clima”, ha detto Gates ad Akshat Rathi in un episodio del podcast di Bloomberg, “Zero”, pubblicato giovedì. L’intervista è stata registrata ad agosto prima dell’approvazione della legge sulla riduzione dell’inflazione.

“Puoi avere una rivoluzione culturale in cui stai cercando di vomitare tutto, puoi creare una situazione di tipo nordcoreano in cui lo stato ha il controllo. Oltre all’immensa autorità centrale per far obbedire le persone, penso che il problema dell’azione collettiva sia semplicemente non è completamente risolvibile”, ha detto Gates.

La maggior parte delle persone non cambierà il proprio comportamento individuale in modi che le rendano meno a proprio agio a beneficio di un problema globale, ha affermato il tecnologo miliardario.

“Chiunque dica che diremo alle persone di smettere di mangiare carne, o di smettere di voler avere una bella casa, e che fondamentalmente cambieremo i desideri umani, penso che sia troppo difficile”, ha detto Gates. “Puoi farne una causa. Ma non credo sia realistico che questo svolga un ruolo assolutamente centrale”.

Anche se quei paesi e gli individui che hanno abbastanza abbondanza nella loro vita e sono in grado di ridurre, non sarà una riduzione sufficiente delle emissioni di gas serra per frenare sufficientemente il cambiamento climatico, ha affermato Gates. Lo stesso Gates paga 9 milioni di dollari all’anno per compensare le proprie emissioni di gas serra, ha affermato.

“Ma avere solo pochi paesi ricchi, poche aziende ricche e pochi individui ricchi che acquistano la loro via d’uscita in modo che possano dire che non fanno parte del problema, non ha nulla a che fare con la risoluzione del problema”, ha detto Gates.

Inoltre, ci sono una serie di altre questioni in competizione per l’attenzione e i dollari, tra cui la pandemia globale, l’aumento dei costi sanitari, l’aiuto ai paesi poveri per questioni oltre al cambiamento climatico e anche la guerra in Ucraina.

“Le persone che si trovano nello spazio climatico potrebbero non rendersi conto di quante cose siano in competizione per la modesta quantità di maggiori risorse che la società ha”, ha detto Gates. “E non che molte persone siano disposte a stare peggio a causa dei requisiti climatici”.

La soluzione, secondo Gates, è creare alternative tecnologiche migliori in cui è lo stesso prezzo o meno per raggiungere lo stesso obiettivo in modo attento al clima. Gates ha parlato a lungo dello spazio tra il costo di come qualcosa viene fatto convenzionalmente e il modo in cui dovrebbe essere fatto in modo decarbonizzato il “premio verde”. Secondo Gates, per apportare cambiamenti significativi ai cambiamenti climatici, quel premio verde deve essere lentamente ridotto e poi eliminato in tutti i settori dell’economia.

Nel tentativo di chiudere quel premio verde, il fondo di investimento di Gates, Breakthrough Energy Ventures, investe denaro in startup in fase iniziale che stanno lavorando per creare nuovi percorsi per produrre cose o nuovi modi di fare le cose.

Nel corso dell’intervista, Gates ha accennato al fatto che Breakthrough Energy Ventures avrebbe raccolto un terzo fondo entro il prossimo anno per continuare a investire e accelerare lo sviluppo di queste startup sul clima. Ha anche indicato che Breakthrough Energy probabilmente raccoglierà fondi da investire anche in società in fasi successive. “Anche se l’entusiasmo negli investimenti in società tecnologiche e climatiche è leggermente diminuito, penso ancora che saremo in grado di raccogliere i soldi”, ha detto a Rathi.

Altrettanto importante, il percorso verso la decarbonizzazione non è sempre un percorso rettilineo di allontanamento dai combustibili fossili. La guerra in Ucraina e gli sforzi dell’Europa per ridurre la sua dipendenza dall’energia dalla Russia hanno dimostrato che potrebbero esserci battute d’arresto temporanee negli obiettivi di decarbonizzazione più ampi per prendersi cura delle persone.

“Quando le persone mi dicono: ‘Ehi, amiamo le tue cose sul clima, perché possiamo dire a Putin che non abbiamo bisogno di lui.’ Dico: “Sì, tra 10 anni. Chiamalo e digli che non hai bisogno di lui”, ha detto Gates.

Tra ora e allora, l’Unione europea potrebbe dover ricorrere ai combustibili fossili. “Dovresti riaprire le centrali a carbone? Queste pragmatiche sono piuttosto importanti. Dovrebbe essere riaperto quel giacimento di gas dei Paesi Bassi? Forse sì. È una serie di compromessi molto difficile. Molto inaspettato”, ha detto Gates. “Nel breve raggio, devi solo trovare qualsiasi soluzione, anche se ciò significa che le emissioni aumenteranno. Prima finisce quella guerra, meglio è. Ma ci sono molte considerazioni su come portarla a termine “

A lungo termine, tuttavia, secondo Gates, trovare nuovi modi di supportare le persone è l’unica soluzione fattibile. “Sto guardando cosa deve fare il mondo per arrivare a zero, non usando il clima come una crociata morale”, ha detto.

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *