Non c’è modo di fermare le truffe simili a Vyapam, afferma lo showrunner di “Shiksha Mandal”.

Mumbai, 25 settembre Le truffe hanno sempre catturato il fascino di narratori, registi e creatori di contenuti, che trovano un filo conduttore per presentare gli eventi del passato in modo avvincente. “Scam 1992: The Harshad Mehta Story” e “Jamtara” hanno a lungo intrattenuto il pubblico e allo stesso tempo lo hanno educato sulle ripercussioni di queste truffe in generale.

La serie MX Player recentemente pubblicata “Shiksha Mandal”, che si dice sia ispirata alla truffa Vyapam del Madhya Pradesh, racconta la storia della truffa dell’esame di ammissione medica.

La truffa, operativa dagli anni ’90, è venuta alla luce nel 2013. Enormi irregolarità sono state riscontrate negli esami condotti da Vyapam (Vyavsayik Pariksha Mandal) altrimenti noto come Madhya Pradesh Professional Examination Board, nella selezione di studenti di medicina e dipendenti del governo statale (compresi ispettori alimentari, agenti dei trasporti, personale di polizia, insegnanti di scuola, addetti alle forniture lattiero-casearie e guardie forestali) dove i risultati finali sono stati truccati.

Circa 40 persone coinvolte nella truffa sono morte per cause innaturali, anche se la cifra non ufficiale è di oltre 100 morti, come riportato dai media.

Anche l’ex ministro dell’Istruzione del Madhya Pradesh, Laxmikant Sharma, è stato nominato accusato nello stesso. Più tardi, in quella che può essere definita un’ironica svolta del destino, Sharma è morta nel 2021 all’età di 60 anni a causa del Covid-19.

ha recentemente parlato con Gautam Talwar, Chief Content Officer di MX Player sulla natura della truffa, la ricerca, la documentazione, i risultati e lo stato attuale della truffa.

Condividendo ciò che era così avvincente della truffa che ha portato alla nascita di una serie, Talwar ha dichiarato in un’intervista a: “La consapevolezza che truffe come queste finiranno per creare futuri medici che avranno un impatto sulla vita delle persone e sulla società in generale è stata una storia vale la pena dirlo con certezza”.

Era anche incuriosito dal modo in cui l’intero macchinario funziona e dal numero di persone coinvolte nel realizzarlo.

Come parte della ricerca, il team di scrittori ha esaminato vari articoli di notizie, procedimenti giudiziari in corso e ha anche incontrato “parenti e colleghi della vittima”.

Talwar ha aggiunto: “Hanno visitato i centri di coaching e hanno capito come avviene il processo di esame dal punto di vista degli studenti. In alcuni casi, il team ha anche incontrato le vittime che erano state erroneamente diagnosticate da falsi medici. Il team ha aiutato abilmente anche i produttori di linee locali ha aiutato a portare alla luce storie vere che sono diventate parte della narrativa generale”.

Dopo essere stato ulteriormente indagato sui risultati chiave e sui risultati della ricerca, Talwar ha affermato: “Ci sono molte storie e incidenti che sono individualmente molto strani e unici, ma difficili da narrare in una forma di storia coerente. Questa truffa sull’istruzione non è né recente né oltre, probabilmente è ancora in corso in molti stati in più flussi”.

Poiché c’erano molte storie divergenti derivanti dalla truffa, i creatori si sono concentrati su un flusso di test di ammissione medici, dato il suo impatto sulla società.

La truffa è in continua evoluzione poiché i truffatori escogitano nuovi modi una volta che il loro vecchio modus operandi viene smascherato dalle agenzie di stampa.

“Fino a poco tempo fa le truffe sono state portate alla luce da vari canali di notizie, ma i truffatori hanno trovato nuovi modi per commettere truffe simili una volta che il modus operandi è stato portato alla luce. È un settore troppo grande per essere fermato completamente”, ha detto Talwar.

Ma dove si collegano i fili alla fine? È un politico potente, un burocrate, un signore del crimine o una collusione di tutti questi?

Talwar ha avuto una risposta piuttosto interessante. Ha detto: “Non c’è un punto finale, probabilmente la truffa sta ancora accadendo a vari livelli, dagli individui ai centri di coaching, dalle scuole alle università all’interno del sistema educativo. È troppo multiforme con troppi collegamenti nefasti che continuano a cambiare con il corso del tempo. Non è un filo facile da districare.”

Ciò che rende unica questa truffa è che “non è stata eseguita o avviata da una sola persona e non è ancora finita, ci sono molte persone a più livelli coinvolte, è una specie di catena”.

Talwar ha concluso osservando: “È una truffa ben organizzata e continuerà a cambiare il suo modus operandi in modo coerente per essere operativa. La cosa triste è che la domanda da parte del consumatore finale alimenta questo tipo di truffa”.

Dichiarazione di non responsabilità: questo post è stato pubblicato automaticamente da un feed dell’agenzia senza alcuna modifica al testo e non è stato esaminato da un editore

Apri nell’app

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *