L’utile trimestrale di Tesla sale a $ 3,3 miliardi come catena di approvvigionamento, Covid Woes Cloud Outlook

Tesla Inc., il principale produttore mondiale di veicoli elettrici, ha registrato il suo trimestre più redditizio nella storia dell’azienda, alimentato da consegne record nel primo trimestre del 2022, anche se è probabile che le continue sfide della catena di approvvigionamento e il rallentamento della produzione in Cina legati alla pandemia rappresentino un freno alle operazioni per ora.

La società con sede ad Austin del miliardario Elon Musk ha dichiarato di aver guadagnato il miglior record di $ 2,86 per azione, rispetto a $ 0,39 di un anno fa. L’utile netto è stato di $ 3,3 miliardi, quasi sette volte in più rispetto a un anno fa, su un fatturato di $ 18,8 miliardi, che è balzato dell’81%. I risultati hanno superato le aspettative di consenso di $ 2,26 per azione, escluse alcune voci, e un fatturato di $ 17,8 miliardi. La redditività nel trimestre ha avuto una spinta dalle vendite redditizie di Tesla di $ 679 milioni di crediti per l’inquinamento ad altre case automobilistiche, una fonte di denaro gratuito di cui gode da un decennio.

I risultati positivi arrivano dopo che Tesla questo mese ha dichiarato di aver consegnato 310.048 veicoli a clienti in tutto il mondo, il volume più alto fino ad oggi. Tuttavia, una chiusura di tre settimane delle operazioni di produzione nel suo stabilimento di Shanghai, che potrebbe essere costata all’azienda fino a 50.000 unità per un valore di oltre $ 2 miliardi, e le restrizioni in corso per le sue operazioni in Cina, offuscano le prospettive a breve termine. Il colosso dei veicoli elettrici di Musk, come tutte le altre case automobilistiche, è anche alle prese con interruzioni della catena di approvvigionamento, in particolare una carenza di semiconduttori e l’aumento dei prezzi delle materie prime che entrano nelle batterie e altri componenti che alimentano i suoi veicoli.

“Nonostante le numerose interruzioni della fornitura, comprese le chiusure nella nostra fabbrica di Shanghai e nei fornitori vicini a causa del COVID, abbiamo continuato a fare progressi e ottenuto le migliori consegne di veicoli in assoluto”, ha affermato il CFO di Tesla Zack Kirkhorn in una teleconferenza. “Continuiamo a guidare verso un ulteriore rafforzamento dei nostri dati finanziari nella seconda metà dell’anno e riteniamo che il nostro tasso di crescita del 50% o superiore rimanga raggiungibile per l’anno”.

Kirkhorn ha confermato che lo stabilimento Tesla di Shanghai ha perso “circa un mese” di produzione, ma ha ripreso a lavorare questa settimana. I media affermano che i lavoratori vivono essenzialmente in fabbrica per prevenire l’esposizione all’ultimo focolaio di coronavirus in Cina.

Dan Ives, analista azionario di Wedbush, ha affermato che il margine lordo trimestrale dell’azienda del 32,9% ha superato un’aspettativa di consenso del 31% e parla di miglioramento dell’efficienza produttiva.

Ciò è stato particolarmente impressionante alla luce dei drammatici venti contrari che Tesla sta vedendo in Cina insieme all’aumento dei costi dei componenti su tutta la linea”, ha affermato in una nota di ricerca. “L’elefante nella stanza è la chiusura di Giga Shanghai finora nel 2° trimestre (3 settimane chiusa e ora lentamente operativa) che riteniamo causerà un vento contrario di circa 50.000 unità per Tesla nel trimestre poiché la politica cinese zero Covid rimane una sporgenza che svanisce lentamente sul calcio.

(Per ulteriori informazioni sulla chiusura di Shangahi, vedere Il blocco del Covid di Shanghai infligge un duro colpo agli obiettivi di produzione di Tesla di Elon Musk)

L’aggiunta di nuovi impianti di assemblaggio automatico a Berlino e in Texas aiuterà a compensare il rallentamento della Cina, anche se le due strutture non funzioneranno a pieno regime per mesi. “Il tasso di crescita dipenderà dalla capacità delle nostre apparecchiature, dall’efficienza operativa e dalla capacità e stabilità della catena di approvvigionamento”, ha affermato la società nel suo comunicato sugli utili. “Le nostre fabbriche hanno funzionato al di sotto della capacità per diversi trimestri poiché la catena di approvvigionamento è diventata il principale fattore limitante, che probabilmente continuerà per il resto del 2022”.

Musk, che sta perseguendo un’acquisizione ostile di Twitter, ha affermato che la casa automobilistica sta sviluppando un nuovo veicolo che si unirà alla sua formazione: un robotaxi dedicato. È “altamente ottimizzato per l’autonomia, il che significa che non avrebbe volante o pedali”, ha affermato. “È fondamentalmente ottimizzato per cercare di ottenere il costo per miglio, costo per chilometro più basso ma pienamente considerato”.

La società “aspira” ad avere il veicolo in produzione entro il 2024, ha detto Musk, anche se il suo track record per queste cose è imprevedibile. Altri nuovi modelli Tesla, vale a dire Cybertruck, Semi e Roadster, sono anni indietro rispetto alla sua previsione iniziale e devono ancora entrare in produzione. Tuttavia, “E rimaniamo sulla buona strada per raggiungere la produzione in serie del Cybertruck l’anno prossimo”, ha affermato.

Inoltre, la batteria 4680 di nuova generazione di Tesla, più grande, più potente e potenzialmente più economica delle attuali 2170 celle, dovrebbe essere “in produzione in serie a volte … averne un po’ verso la fine del terzo trimestre e sicuramente nel quarto trimestre”, Musk disse. Saranno prodotti negli stabilimenti Giga Berlin e Giga Texas, ha affermato.

Durante la telefonata dei risultati di un’ora di Tesla, Musk non ha commentato l’acquisto di Twitter né gli è stato chiesto al riguardo. Allo stesso modo, non ha commentato il suo continuo battibecco con la Securities and Exchange Commission e una causa degli investitori di Tesla relativa ai suoi commenti sulla privatizzazione della società nel 2018, che la SEC ha ritenuto falsi.

Mercoledì le azioni di Tesla sono scese del 5% a $ 977,20 nel Nasdaq, prima del rilascio dei risultati trimestrali. Sono rimbalzati del 5,5% a $ 1.030,85 alle 18:31 ora orientale nel trading after-hour.

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *