L’irrilevante viene rivelato dal test di difesa planetaria

Era il settembre 26 che il Double Asteroid Redirection Test (DART) della NASA — dopo aver viaggiato
per 10 mesi con una traiettoria puntata su un piccolo scoglio in nome della salvezza planetaria
ricerca – entrò in contatto e si scontrò con Dimorphos, un piccolo asteroide di circa la metà del
altezza della Torre Eiffel.

All’inizio di questo mese la NASA ha dichiarato la missione, che aveva l’obiettivo di spingere l’asteroide
una piccola distanza più vicino all’asteroide più grande su cui orbita, un successo. Questo successo ha preso la forma
di ridurre il tempo di orbita di circa il quattro e mezzo per cento. Questo effetto è più di 25 volte
maggiore del cambiamento di 73 secondi nel tempo per orbitare inizialmente definito per il successo.
La NASA ha applaudito questa impresa. Fu un fallimento su più fronti.

Esperimento scadente

Un obiettivo sperimentale di lanciare un oggetto contro un altro e chiedersi se ci sarà
un percettibile trasferimento di energia è un problema di fondo per uno studente di fisica. asso
chiunque abbia esperienza nella fisica dello snooker o delle collisioni automobilistiche può attestare la risposta
è un certo sì.

Supponendo che la collisione abbia avuto successo, dichiarando che il successo sperimentale è stato assicurato fin dall’inizio,
e quindi questo è stato meno un esercizio di scoperta scientifica e più un’opportunità di pubbliche relazioni da portare
i termini di “difesa planetaria” tramite “impatto cinetico” alla ribalta pubblica.

poco pratico

Sarebbero necessari un paio di decenni per tentare di deviare un asteroide appena scoperto
da una rotta di collisione con la Terra, e mentre attualmente non ci sono asteroidi conosciuti su tale
una rotta per il pianeta, il bagliore del sole nasconde gli asteroidi dietro di esso, lasciando uno spazio vuoto
distesa nel paesaggio degli asteroidi intorno alla Terra nei prossimi decenni e secoli.

Con un lancio previsto per la prima metà del 2026, il telescopio Near-Earth Object Surveyor
il progetto spera di riempire quell’immagine. Uno scenario peggiore rivelerebbe prima sconosciuto
asteroidi diretti verso la Terra che sono una questione di anni di distanza. Questo lascerebbe troppo poco
tempo per intraprendere una missione di impatto cinetico.

Un’opzione nucleare per reindirizzare un tale asteroide su una linea temporale inferiore a un decennio è ancora
considerata l’opzione migliore, secondo uno studio pubblicato lo scorso anno nella ricerca
rivista Acta Astronautica. Il fattore limitante, tuttavia, è ancora l’Outer delle Nazioni Unite
Trattato spaziale che vieta le armi nucleari nello spazio e il complesso, forse impossibile,
negoziati internazionali che sarebbero necessari per consentire a un missile nucleare di entrare nello spazio,
mai fosse stato allo scopo di deviare un asteroide.

Impatto ambientale

La NASA definisce l’astrobiologia come “lo studio dell’origine, dell’evoluzione, della distribuzione e del futuro
vita nell’universo”. Da lì, l’astroecologia può essere definita: come gli organismi, in particolare gli esseri umani, interagiscono con l’ampio ambiente cosmico e le sue risorse. Asteroidi e meteore rientrano nell’ombrello delle risorse e degli ambienti cosmici.

Un progetto che intraprende un così netto rimodellamento del paesaggio, cambiando l’orbita di un
asteroide con la missione DART richiederebbe una valutazione di impatto ambientale
terra. E in effetti, tali valutazioni vengono eseguite per le missioni spaziali, ma solo in termini di
il lancio stesso, cioè possibili impatti sulla Terra. Invio di un oggetto delle dimensioni di un frigorifero di sola andata
il viaggio per avviare un mucchio di spazzatura intergalattico non ha bisogno di un documento così insignificante
sforzi di preparazione.

Scatta solo foto, lascia solo impronte. Ma solo se sei sulla Terra. Spazio interno?
Prendi le orbite. Lascia detriti, rifiuti, immondizia, rifiuti di ogni tipo, senza un piano in cui tornare
mittente.

il costo

Con un prezzo di 325 milioni di dollari, DART era un costoso frigorifero per crash test. questo è
circa tanto quanto le entrate totali di World Vision Canada nel 2021. È sufficiente per finanziare
CARE Canada opera da circa tre anni, a livelli 2020-21. È più del 2021
spese del programma per il braccio statunitense del World Wildlife Fund. È più o meno quanto Amnesty
La raccolta fondi di International nel 2020. Tutti i fondi che andrebbero ad aiutare l’immediato
bisogni delle persone e degli animali che vivono sul nostro pianeta.
Un progetto di follow-up è previsto dall’Agenzia spaziale europea che si svolgerà in diversi
anni. È un primo investimento inestimabile per deviare un asteroide ancora sconosciuto
minaccia, una minaccia per la quale la tecnologia non è attualmente disponibile per il rilevamento.

il verdetto

Un complesso pezzo di metallo è stato lanciato su una roccia spaziale all’inizio di quest’anno con l’obiettivo di
spingendolo. Questa implementazione e realizzazione di un apparentemente mezzanotte back-of-the-blue-
Il calcolo del tovagliolo imbevuto di pilsner con ali di pollo e formaggio ha prodotto
il complesso pezzo di metallo che spinge la roccia spaziale.

La domanda che ciò solleva, e l’opportunità più logica per la ricerca futura, è questa: se un
l’oggetto viene spinto più forte, si sposterà più lontano? E, come un pensiero mattutino che fa riflettere, il
il percorso per la sopravvivenza del pianeta è attraverso l’istituzione di remoti avamposti di
rottami e rifiuti elettrici, meccanici, industriali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *