Le strutture di compostaggio umano offrono un’opzione di sepoltura unica in Colorad

Katrina Spade presso la nuova locazione...
Katrina Spade presso la struttura recentemente affittata di 50.000 piedi quadrati per Recompose, l’assistenza ecologica alla morte, a Denver, in Colorado, giovedì 18 ottobre. 20, 2022. La legislatura del Colorado ha approvato una legge che consentirebbe il compostaggio delle persone dopo la morte nello stato, seguendo l’esempio di Washington. (Foto di Hyoung Chang/The Denver Post)

Un magazzino di 50.000 piedi quadrati ospitato in un edificio grigio e anonimo a Montbello era vuoto giovedì, ma entro la metà del prossimo anno sarà trasformato nell’ultima e più grande struttura dell’area di Denver in cui i corpi umani possono essere compostati.

L’edificio avrà luoghi in cui le famiglie possono tenere cerimonie per i loro cari, il design degli spazi di raccolta evidenzia le foreste e i boschi intorno al Colorado. Le pareti saranno dipinte con colori rilassanti e le famiglie potranno scegliere di riprodurre la musica che i loro cari hanno apprezzato. Ci sarà anche un’area separata con vasi e attrezzature dove avverrà il compostaggio.

L’idea è che anche se il compostaggio è metodico, industrializzato e persino utilitaristico, c’è anche una tenerezza coinvolta nel processo, ha affermato Katrina Spade, fondatrice di Recompose. Recompose, con sede a Washington, affitterà il magazzino a 5400 Joliet St.

L’anno scorso la legislatura del Colorado ha approvato una legge che ha reso la riduzione umana organica naturale – il compostaggio – un’opzione legale per l’assistenza post-morte. I resti umani possono essere trasformati in terra e utilizzati per la semina (purché non vengano utilizzati come cibo per il consumo umano) o essere donati agli sforzi di conservazione. La società che ha avviato questo metodo di disposizione dopo la morte a Washington sta ora portando le sue operazioni a Denver, facendo crescere il movimento per renderlo un’opzione più comune per i coloradani.

Spade ha aiutato gli operatori dopo la morte del Colorado a lavorare per approvare la legislazione, rendendolo il secondo nella nazione a farlo. Da allora, altri hanno seguito l’esempio, inclusa la più recente, la California.

Circa 10 anni fa, Spade stava pensando alla propria mortalità e voleva trovare un modo più sostenibile per smaltire i corpi umani dopo la morte. A differenza delle sepolture verdi, il sistema che ha inventato accelera il processo, utilizzando materiali vegetali, microbi e calore per trasformare una persona in circa un pianale di camion in un mese. Il materiale viene quindi vagliato per rimuovere materiali non organici e frammenti ossei residui, quindi viene polimerizzato per due o quattro settimane e il terreno si asciuga.

“Non ho mai voluto che fosse solo un’opzione di nicchia o disponibile solo per poche persone”, ha detto Spade. “Il mio sogno è che questa sia una scelta predefinita per le persone (che) non dovresti nemmeno pensarci troppo perché avvantaggia il pianeta, ed è rispettoso e penso che sia bello.”

Spade prevede che la struttura avrà alla fine 200 navi allestite per trasformare i corpi in terra (50 per iniziare) e ogni nave può contenere fino a una persona al mese. Il rapporto tra erba medica, trucioli di legno e paglia varia a seconda del trucco di una persona e i microbi distruggono il corpo. La struttura di Denver sarà un’opzione per le persone che sono più vicine al Colorado in altri stati che non dovranno inviare corpi a Washington o in altri stati che potrebbero essere più lontani. Il quindici per cento dei clienti che hanno inviato corpi a Recompose a Washington provengono da altri stati, ha detto Spade.

Il Colorado ha iniziato a offrire la possibilità alle persone di trasformare i propri corpi in terra nello stato l’anno scorso: The Natural Funeral ha iniziato a compostare i corpi nel settembre dello scorso anno per quattro pompe funebri del Colorado e sei pompe funebri al di fuori dello stato. Trentaquattro persone hanno subito l’operazione Arvada, 28 del Colorado, secondo il comproprietario Seth Viddal. La struttura dispone di 24 vasi completamente operativi e 15 contenitori di stagionatura (dove il terreno va dopo la decomposizione per asciugarsi e setacciare ossa e altri frammenti).

Seth Viddal riempie la nave di...
Seth Viddal riempie una nave con paglia, terriccio e materiali organici, parte del processo per il compostaggio del corpo, al Natural Funeral di Arvada, in Colorado, venerdì 18 ottobre. 21, 2022. La legislatura del Colorado ha approvato una legge che consentirebbe di compostare le persone dopo la morte nello stato, seguendo l’esempio di Washington. (Foto di Hyoung Chang/The Denver Post)

Natural Funeral offre anche sepolture verdi, cremazione a fiamma e cremazione ad acqua.

Il processo al Natural Funeral funziona in modo leggermente diverso rispetto a Recompose e altri operatori, ha affermato Viddal, perché non utilizza alcun processo di accelerazione meccanica o elettrica e nessun calore, solo materiale vegetale e un tè di compostaggio biodinamico preparato. Ecco perché quel processo richiede dai tre ai quattro mesi circa.

Anthony Leavitt di Wheat Ridge ha inviato il corpo di suo marito Jake a Washington nell’ottobre dello scorso anno, prima che il processo fosse facilmente accessibile in Colorado, ha detto. Leavitt ha lavorato con Feldman Mortuary in Colorado e Return Home a Washington.

A Jake Leavitt era stata diagnosticata una rara forma di cancro al pancreas nel 2019 e ha iniziato a ricercare opzioni per l’assistenza post-morte. All’inizio pensava di voler essere cremato prima di scoprire gli effetti negativi che ha sull’ambiente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *