Intel annuncia un investimento di 50 milioni di dollari nell’istruzione superiore dell’Ohio

L’Ohio State University è tra le istituzioni educative dell’Ohio che collaboreranno con Intel e la National Science Foundation (NSF) degli Stati Uniti su un investimento di 100 milioni di dollari nel prossimo decennio per stabilire partnership educative per la produzione di semiconduttori.

La presidente dello stato dell’Ohio Kristina M. Johnson si è unita al governatore. Mike DeWine, tenente Gov. Jon Husted, leader di Intel e NSF, e il presidente del Columbus State Community College David Harrison per l’annuncio del 17 marzo al Columbus State.

Il finanziamento dell’istruzione di Intel fa parte del recente annuncio della società che investirà più di 20 miliardi di dollari per costruire due nuove fabbriche di chip all’avanguardia in Ohio. Intel investirà 50 milioni di dollari direttamente negli istituti di istruzione superiore dell’Ohio. Altri 50 milioni di dollari da Intel saranno abbinati a 50 milioni di dollari da NSF in opportunità di finanziamento nazionale.

Le istituzioni educative dell’Ohio sono in una buona posizione per sviluppare la forza lavoro altamente qualificata necessaria per il personale delle nuove fabbriche di chip, ha affermato Keyvan Esfarjani, vicepresidente esecutivo di Intel per la produzione, la catena di approvvigionamento e le operazioni.

“Si tratta davvero di tre cose: si tratta davvero di terra, infrastrutture e, soprattutto, è talento”, ha detto. “L’Ohio soddisfa tutto questo.”

Attraverso il suo investimento, Intel stabilirà programmi completi e collaborativi con gli istituti di istruzione superiore per accelerare la preparazione e abilitare la forza lavoro necessaria per le operazioni delle sue nuove strutture di fabbricazione di semiconduttori e dei partner dell’ecosistema. Gli investimenti forniranno risorse per la creazione di nuovi programmi di studio per diplomi associati e universitari, certificazioni, formazione di docenti, programmi di riqualificazione e aggiornamento delle competenze per la forza lavoro esistente, aggiornamenti delle apparecchiature di laboratorio e ricerca a sostegno dell’innovazione nella fabbricazione di semiconduttori.

“Quando abbiamo iniziato a parlare con Intel, una delle cose di cui ci hanno chiesto e di cui abbiamo parlato erano i dipendenti, le persone che si sarebbero unite a loro una volta arrivati ​​qui”, ha detto DeWine. “Una delle cose che penso apprezzassero in Ohio era il nostro sistema universitario biennale, il nostro sistema universitario quadriennale. Hanno chiarito molto, molto chiaramente che intendevano lavorare con i nostri college e con le nostre università”.

Parte dell’investimento di 50 milioni di dollari di Intel istituirà il programma Intel Semiconductor Education and Research per l’Ohio per finanziare un programma di ricerca e formazione collaborativo e multi-istituto che enfatizzerà l’acquisizione di esperienza nel mondo reale e l’innovazione nella fabbricazione di semiconduttori.

“Quando pensi a quello che stiamo facendo, si tratta di come stiamo lavorando insieme”, ha detto Husted. “Si tratta di come le nostre scuole superiori e centri di carriera, i nostri community college e le nostre università, come tutti collaboriamo su una missione comune di fornire una squadra vincente. Ed è esattamente ciò che intendiamo fare in Ohio. Questo è quello che abbiamo fatto in Ohio”.

Intel accetterà proposte da ricercatori accademici, centri tecnici, docenti ed educatori con sede in Ohio per affrontare lo sviluppo del curriculum, la formazione, l’aggiornamento delle apparecchiature di laboratorio, la nuova ricerca per far avanzare la fabbricazione di semiconduttori e le opportunità per gli studenti, compresi i tirocini.

“La ricerca all’avanguardia sarà fondamentale per il successo a lungo termine di questo settore. Siamo fortunati nel nostro stato ad avere università di alto livello per aprire la strada”, ha detto Harrison. “Alla Columbus State, siamo davvero fortunati a lavorare a stretto contatto con la presidente Kristina Johnson e il suo fantastico team presso la Ohio State University. Questa forte partnership diventerà ancora più forte man mano che lavoreremo insieme in nuovi modi. E relazioni simili esistono in Ohio, fornendo forza lavoro e infrastrutture di ricerca che non sono seconde a nessuno”.

NSF rilascerà una sollecitazione per proposte da ricercatori ed educatori in tutta la nazione per sviluppare programmi di studio che migliorino l’istruzione STEM nei college biennali e nelle università quadriennali, comprese le istituzioni al servizio delle minoranze, e nuove ricerche per far progredire la progettazione e la produzione di semiconduttori.

“Il lavoro che finanziamo troverà la sua strada negli impianti per la produzione di chip che presto sorgeranno non lontano da qui ai reparti di produzione là, ai minuscoli dispositivi che stanno uscendo da quegli impianti e infine ai prodotti che sono nei nostri case e uffici che consumiamo quotidianamente”, ha affermato Erwin Gianchandani, vicedirettore dell’NSF per l’ingegneria informatica e delle scienze dell’informazione. “Ma non solo; noi di NSF siamo profondamente, profondamente impegnati ad affrontare l’immediata carenza di forza lavoro di semiconduttori che esiste qui in Ohio e in tutto il nostro paese”.

Si prevede che i primi due stabilimenti Intel in Ohio creeranno 3.000 posti di lavoro nel settore dell’alta tecnologia e 7.000 nell’edilizia e supporteranno decine di migliaia di posti di lavoro aggiuntivi a lungo termine in un ampio ecosistema di fornitori e partner.

“Queste posizioni a tempo pieno ricopriranno ruoli che richiedono un diploma associato di due anni, fino a ruoli che potrebbero richiedere un dottorato di ricerca, in modo da poter testare i limiti della scienza e continuare a migliorare e innovare i prodotti che facciamo”, ha affermato Christy Pambianchi, Chief People Officer di Intel. “Il nostro piano include l’esplorazione dei programmi di sviluppo STEM a livello locale, regionale e nazionale in modo da poter essere sicuri di riempire la pipeline di cui abbiamo bisogno con l’istruzione. E questo includerà anche uno sforzo di certificazione del tecnico di produzione. Per noi, crediamo che investire nell’istruzione sia necessario per garantire di avere il talento giusto qui per aiutare gli Stati Uniti a riconquistare la leadership nella produzione di semiconduttori”.

'); ppLoadLater.placeholderFBSDK = ppLoadLater.placeholderFBSDK.join("n");
.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *