Il robot Tesla cammina, saluta, ma non mostra compiti complessi

DETROIT – Un primo prototipo del robot umanoide Optimus proposto da Tesla Inc. è salito lentamente e goffamente su un palco, si è girato e ha salutato una folla esultante all’evento di intelligenza artificiale dell’azienda venerdì.

Ma i compiti di base del robot con cavi ed elettronica scoperti, così come una versione successiva, di nuova generazione che doveva essere portata sul palco da tre uomini, erano molto lontani dalla visione del CEO Elon Musk di un robot simile a un umano che può cambiare il mondo.

Musk ha detto alla folla, molti dei quali potrebbero essere assunti da Tesla, che il robot può fare molto di più di quanto il pubblico abbia visto venerdì. Ha detto che è anche delicato e “semplicemente non volevamo che cadesse di faccia”.

Musk ha suggerito che il problema con le vistose dimostrazioni di robot è che ai robot “manca un cervello” e non hanno l’intelligenza per se stessi, ma venerdì ha fornito poche prove del fatto che Optimus fosse più intelligente dei robot sviluppati da altre società e ricercatori.

La demo non ha impressionato il ricercatore di intelligenza artificiale Filip Piekniewski, che ha twittato che era “di livello successivo degno di nota” e una “truffa completa e totale”. Ha detto che sarebbe stato “bello testare la caduta, poiché questa cosa cadrà molto”.

“Niente di tutto questo è all’avanguardia”, ha twittato l’esperta di robotica Cynthia Yeung. “Assumi dei dottorandi e partecipa ad alcune conferenze sulla robotica @Tesla.”

Yeung ha anche messo in dubbio il motivo per cui Tesla ha optato per il suo robot per avere una mano simile a un umano con cinque dita, osservando “c’è un motivo per cui” i robot da magazzino sviluppati da società di avvio utilizzano pincher con due o tre dita.

Musk ha detto che venerdì sera è stata la prima volta che i primi robot sono saliti sul palco senza un laccio. L’obiettivo di Tesla, ha detto, è quello di realizzare un robot “estremamente capace” in volumi elevati – possibilmente milioni – a un costo che potrebbe essere inferiore a un’auto, che secondo lui sarebbe inferiore a $ 20.000.

Tesla ha mostrato un video del robot, che utilizza l’intelligenza artificiale che Tesla sta testando nei suoi veicoli “Full Self-Driving”, trasportando scatole e posizionando una barra di metallo in quella che sembrava essere una macchina di fabbrica. Ma non c’è stata alcuna dimostrazione dal vivo del robot che completa i compiti.

I dipendenti hanno detto alla folla a Palo Alto, in California, così come a coloro che guardavano in live streaming, che stavano lavorando su Optimus per sei-otto mesi. Le persone possono probabilmente acquistare un Optimus “entro tre o cinque anni”, ha detto Musk.

I dipendenti hanno affermato che i robot Optimus avrebbero quattro dita e un pollice con un sistema simile a un tendine in modo da poter avere la destrezza degli umani.

Il robot è supportato da giganteschi computer di intelligenza artificiale che tracciano milioni di fotogrammi video da auto “Full Self-Driving”. Computer simili sarebbero stati usati per insegnare compiti ai robot, hanno detto.

Gli esperti nel campo della robotica erano scettici sul fatto che Tesla fosse vicino al lancio di legioni di robot domestici simili a umani che possono fare le “cose ​​utili” che Musk vuole che facciano: diciamo, preparare la cena, falciare il prato, tenere d’occhio un nonna anziana.

“Quando stai cercando di sviluppare un robot che sia allo stesso tempo conveniente e utile, un tipo umanoide di forma e dimensione non è necessariamente il modo migliore”, ha affermato Tom Ryden, direttore esecutivo dell’incubatore di startup senza scopo di lucro Mass Robotics.

Tesla non è la prima azienda automobilistica a sperimentare robot umanoidi.

Honda più di due decenni fa ha presentato Asimo, che somigliava a una tuta spaziale a grandezza naturale ed è stato mostrato in una dimostrazione accuratamente orchestrata per essere in grado di versare liquidi in una tazza. Hyundai possiede anche una collezione di robot umanoidi e simili a animali attraverso l’acquisizione nel 2021 della società di robotica Boston Dynamics. Ford ha collaborato con la startup dell’Oregon Agility Robotics, che produce robot con due gambe e due braccia in grado di camminare e sollevare pacchi.

Ryden ha affermato che la ricerca delle case automobilistiche sulla robotica umanoide può potenzialmente portare a macchine in grado di camminare, arrampicarsi e superare gli ostacoli, ma le impressionanti demo del passato non hanno portato a uno “scenario di utilizzo reale” all’altezza del clamore.

“C’è molto da imparare che stanno imparando dalla comprensione del modo in cui funzionano gli umanoidi”, ha detto. “Ma in termini di avere direttamente un umanoide come prodotto, non sono sicuro che uscirà presto.”

I critici hanno anche affermato anni fa che Musk e Tesla non sarebbero stati in grado di costruire una nuova azienda automobilistica redditizia che utilizzasse batterie per l’energia anziché benzina.

Tesla sta testando veicoli “Full Self-Driving” su strade pubbliche, ma devono essere monitorati da proprietari selezionati che devono essere pronti ad intervenire in ogni momento. L’azienda afferma di avere oggi in circolazione circa 160.000 veicoli dotati del software di prova.

I critici hanno affermato che le Tesla, che si affidano a telecamere e potenti computer per guidare da sole, non hanno abbastanza sensori per guidare in sicurezza. Il meno capace sistema di assistenza alla guida del pilota automatico di Tesla, con gli stessi sensori della fotocamera, è sotto inchiesta da parte delle autorità di regolamentazione della sicurezza statunitensi per aver frenato senza motivo e per essersi imbattuto ripetutamente in veicoli di emergenza con luci lampeggianti parcheggiate lungo le autostrade.

Nel 2019, Musk ha promesso che una flotta di robotassi autonomi sarebbe stata utilizzata entro la fine del 2020. Sono ancora in fase di test.

____

O’Brien ha riferito da Providence, Rhode Island.

Copyright 2022 Associated Press. Tutti i diritti riservati. Questo materiale non può essere pubblicato, trasmesso, riscritto o ridistribuito senza autorizzazione.

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *