Il giornalista vincitore del Premio Pulitzer spiega come il college sia diventato così costoso

Il costo medio per frequentare un college privato nel 1970 era di circa $ 3.000 all’anno. Oggi costa più di $ 50.000.

Come siamo arrivati ​​a questo punto, e le sue conseguenze apparentemente infinite sulle famiglie e sulla società statunitense, sono le questioni esplorate nel nuovo libro di Will Bunch, “After the Ivory Tower Falls: How College Broke the American Dream and Bw Up Our Politics” e How to Aggiustalo.”

Bunch è un giornalista vincitore del Premio Pulitzer e editorialista nazionale di The Philadelphia Inquirer.

La nostra discussione di seguito è stata modificata e condensata per chiarezza.

“Abbiamo scelto di privatizzare l’istruzione superiore piuttosto che farne un bene pubblico”

Annie Nova: Quali ritieni siano i motivi principali per cui il college negli Stati Uniti è diventato così costoso?

Grappolo: Alcuni di questi amministratori ottengono stipendi discutibilmente alti. Inoltre, molte scuole credono che il modo migliore per competere per i nuovi studenti non sia attraverso il prezzo ma il prestigio, offrendo vantaggi di lusso – pensa: fiumi pigri o pareti di arrampicata. Ma la risposta generale è che abbiamo scelto di privatizzare l’istruzione superiore piuttosto che farne un bene pubblico. Il sostegno dei contribuenti alle università pubbliche è crollato nella maggior parte degli stati. Nel mio stato, la Pennsylvania, è sceso dal 75% del costo a solo il 25%. Gli studenti e le loro famiglie sono chiamati a colmare la differenza sostanziale.

AN: Quali sono state le conseguenze di questi prezzi elevati?

WB: L’impatto di questa decisione di privatizzare l’istruzione superiore, che è stata fatta con un dibattito pubblico sorprendentemente limitato, è stato enorme. L’impatto più evidente è stato la montagna di $ 1,75 trilioni di debito studentesco degli Stati Uniti, che è più di quanto gli americani devono su tutte le nostre carte di credito, e che sarà solo leggermente alleviato dalla recente mossa del presidente Biden sulla cancellazione del debito. I giovani con questi debiti che incombono su di loro hanno rinviato l’acquisto o l’affitto di una casa, l’acquisto di un’auto, persino il matrimonio. Tuttavia, gli impatti ancora maggiori sono politici e sociali. La mancanza di accesso al college e di accessibilità economica ha causato enormi risentimenti e lamentele, sia tra coloro che sono stati bloccati senza laurea e coloro che hanno preso in prestito così tanto per ottenerne uno.

Altro da Finanza personale:
Ecco alcuni suggerimenti per l’acquisto di una casa in un mercato del freddo
New York City aiuta a dare il via all'”ondata di legislazione sulla trasparenza delle condivisioni”
Il controllo dei consumatori sta aumentando gli sforzi per reprimere le “commissioni spazzatura” nelle banche

“Molti giovani votano con i piedi rifuggendo dall’istruzione universitaria”

AN: Dove vedi andare i prezzi del college? Andranno solo peggio?

WB: Negli anni 2020, molti giovani votano con i piedi rifuggendo dall’istruzione universitaria per la percezione che potrebbe non valerne più la pena. Le iscrizioni sono diminuite notevolmente, anche se la pandemia si sta attenuando. Di conseguenza, sempre più scuole, specialmente quelle nel mezzo della piramide, stanno cercando modi per ridurre le tasse scolastiche o offrire più aiuti. Detto questo, non credo che il prezzo del college diminuirà drasticamente senza che gli stati riducano le tasse scolastiche nelle università pubbliche e senza una rinnovata spinta per il community college gratuito.

I mutuatari di prestiti studenteschi organizzano una manifestazione davanti alla Casa Bianca per celebrare il presidente Biden che cancella il debito studentesco e per iniziare la lotta per cancellare qualsiasi debito residuo il 25 agosto 2022 a Washington, DC.

Paolo Morigi | Getty Images Intrattenimento | Getty Images

AN: Quanto sono fattibili questi cambiamenti a questo punto?

WB: Rendere libere o quasi libere le università pubbliche quadriennali sarebbe costoso e richiederebbe nuove fonti di finanziamento. gioioso. Bernie Sanders [I-Vt.], una volta propose una tassa sulle transazioni di Wall Street, mentre il sen. Elisabetta Warren [D-Mass.], ha sostenuto un’imposta sul patrimonio. Sarebbero necessari solo pochi altri membri del Congresso dalla mentalità progressista.

AN: Che ruolo hanno giocato i prestiti agli studenti del governo nell’aumento dei costi del college?

WB: Il governo, sia federale che statale, ha svolto un ruolo enorme di cui non si parla. Ronald Reagan, eletto governatore della California nel 1966 correndo contro la protesta studentesca, era l’avatar del movimento per la privatizzazione del college. In qualità di presidente, la sua amministrazione ha abbassato le sovvenzioni Pell e ha creato un sistema in cui il Congresso ha spinto più costi del college in prestiti sia per studenti che per genitori, rimuovendo i limiti ai prestiti che hanno tenuto conto della spirale ascendente dei costi. Il programma Parent Plus, ad esempio, ha poche restrizioni sul credito o su quanto può essere preso in prestito, e i partecipanti desiderosi di mandare il proprio figlio al college dei loro sogni a volte finiscono con centinaia di migliaia di dollari di debiti.

‘L’istruzione è la salsa segreta di [political] divisione’

AN: Se sopravvive alle sfide del tribunale, in che modo il nuovo piano di condono del prestito studentesco di Biden potrebbe influire sul costo del college, se non del tutto?

WB: Questo sembra il più grande difetto del piano Biden, che non includeva nulla nel modo in cui ridurre i costi del college in futuro. Ciò significa che le matricole che entrano al college nell’autunno del 2022 stanno presumibilmente prendendo in prestito denaro a livelli simili a quelli che hanno creato la necessità di questa massiccia cancellazione del debito in primo luogo.

Il presidente Biden annuncia il piano di riduzione del debito del prestito studentesco

AN: In che modo incolpi il college per aver reso l’America divisa come lo è oggi?

WB: Il college è diventato il sogno americano dei giovani dopo la seconda guerra mondiale, quando milioni di persone hanno visto un diploma a costo perso come un percorso verso una vita migliore. La privatizzazione del college e l’incarnazione dell’idea che il college non fosse un percorso ampio per la classe media ha creato una società piena di risentimenti. Oggi, i Democratici stanno diventando il partito della gente con un’istruzione universitaria raggruppata nelle città e nei sobborghi, mentre il GOP gioca alle lamentele della classe operaia bianca. Questi gruppi hanno meno in comune, pochi contatti sociali, convinzioni politiche diametralmente opposte e si odiano sempre di più. L’istruzione è la salsa segreta di questa divisione.

AN: Oltre a ridurre i costi, in che altro modo possiamo aggiustare parte di questo?

WB: Nel libro, dedico il capitolo finale all’idea di un anno sabbatico universale, sostenuto dal governo, di servizio nazionale prevalentemente civile per i diciottenni tra la scuola superiore e ciò che verrà dopo. Ciò consentirebbe di ottenere diversi risultati: aiuterebbe i giovani di oggi, che sono chiaramente in difficoltà, a decidere meglio il loro percorso futuro. Questi progetti, come il lavoro di conservazione come la prevenzione del prossimo incendio o il lavoro in scuole o comunità svantaggiate, andrebbero a beneficio dell’America. Ma questi giovani otterrebbero anche il beneficio di un comune e condiviso senso di scopo nazionale con ragazzi di diversa estrazione, stati rossi e stati blu. Ci riuscivamo, involontariamente, attraverso le guerre e la leva militare. Questo è un modo per riunire gli americani, senza spargimenti di sangue.

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *