I pozzi della California si prosciugano mentre la siccità esaurisce le acque sotterranee

FAIRMEAD, California (AP) — Con l’aggravarsi della siccità in California, la famiglia di Elaine Moore sta finendo una risorsa sempre più preziosa: l’acqua.

I coltivatori di mandorle della Central Valley hanno fatto prosciugare due pozzi quest’estate. Due dei suoi figli adulti stanno ora prendendo l’acqua da un nuovo pozzo che la famiglia ha perforato dopo che quello vecchio si è prosciugato l’anno scorso. Sta persino fornendo acqua a un vicino il cui pozzo si è prosciugato.

“È stato così secco l’anno scorso. Non abbiamo piovuto molto. Non abbiamo ottenuto molto manto nevoso”, ha detto Moore, in piedi accanto a un pozzo asciutto nella sua proprietà a Chowchilla, in California. “Tutti sono molto attenti all’acqua che stanno usando. In effetti, mia nipote sta svuotando la piccola piscina dei bambini per tirare lo sciacquone”.

In mezzo a una mega siccità che affligge l’Occidente americano, più comunità rurali stanno perdendo l’accesso alle acque sotterranee poiché il pompaggio pesante esaurisce le falde acquifere sotterranee che non vengono rifornite da pioggia e neve.

Più di 1.200 pozzi si sono prosciugati quest’anno in tutto lo stato, un aumento di quasi il 50% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, secondo il Dipartimento delle risorse idriche della California. Al contrario, nel 2018, 2019 e 2020 sono stati segnalati meno di 100 pozzi secchi all’anno.

La crisi delle acque sotterranee è più grave nella San Joaquin Valley, il cuore agricolo della California, che esporta frutta, verdura e noci in tutto il mondo.

La contrazione delle riserve idriche sotterranee riflette la gravità della siccità della California, che ora sta entrando nel suo quarto anno. Secondo lo US Drought Monitor, oltre il 94% dello stato è in una siccità grave, estrema o eccezionale.

La California ha appena vissuto i suoi tre anni più secchi mai registrati e i funzionari statali dell’acqua hanno detto lunedì che si stanno preparando per un altro anno secco perché il fenomeno meteorologico noto come La Nina dovrebbe verificarsi per il terzo anno consecutivo.

Gli agricoltori stanno ricevendo poca acqua superficiale dai bacini idrici esauriti dello stato, quindi stanno pompando più acqua sotterranea per irrigare i loro raccolti. Questo sta causando la caduta delle falde acquifere in tutta la California. I dati statali mostrano che il 64% dei pozzi si trova a livelli d’acqua inferiori alla norma.

La carenza d’acqua sta già riducendo la produzione agricola della regione, poiché gli agricoltori sono costretti a lasciare i campi a maggese e a far appassire i frutteti. Secondo il Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti, quest’anno circa 531,00 acri (215.000 ettari) di terreno agricolo non sono stati piantati a causa della mancanza di acqua per l’irrigazione.

Poiché il cambiamento climatico porta temperature più calde e siccità più gravi, le città e gli stati di tutto il mondo si trovano ad affrontare carenze d’acqua a causa del prosciugamento di laghi e fiumi. Molte comunità stanno pompando più acque sotterranee e impoverendo le falde acquifere a un ritmo allarmante.

“Questa è una sfida chiave non solo per la California, ma per le comunità in tutto l’Occidente che vanno avanti nell’adattamento ai cambiamenti climatici”, ha affermato Andrew Ayres, ricercatore sull’acqua presso il Public Policy Institute of California.

Nella contea di Sonoma, a nord di San Francisco, i supervisori hanno approvato martedì una moratoria di sei mesi sulla perforazione di nuovi pozzi sotterranei. Segue una causa legale secondo cui la contea non stava gestendo in modo appropriato le acque sotterranee.

La contea di Madera, a nord di Fresno, è stata particolarmente colpita perché dipende fortemente dalle acque sotterranee. La contea ha segnalato finora circa 430 pozzi asciutti quest’anno.

Negli ultimi anni, la contea ha assistito alla rapida espansione di frutteti assetati di mandorle e pistacchi, tipicamente irrigati da pozzi agricoli più profondi dei pozzi domestici.

“La cannuccia più grande risucchierà l’acqua proprio sotto la cannuccia”, ha affermato Madeline Harris, una responsabile delle politiche con il gruppo di sostegno del Consiglio direttivo per la giustizia e la responsabilità. Si fermò accanto a un pozzo municipale prosciugato a Fairmead, una città di 1.200 abitanti circondata da frutteti di noci.

“Pozzi comunali come questo sono messi a rischio e si stanno prosciugando a causa dei problemi di scoperto delle acque sotterranee dall’agricoltura”, ha detto Harris. “Ci sono famiglie che non hanno accesso all’acqua corrente in questo momento perché hanno pozzi domestici asciutti”.

I residenti con pozzi asciutti possono ottenere aiuto da un programma statale che fornisce acqua in bottiglia e serbatoi di stoccaggio regolarmente riempiti da camion per la consegna dell’acqua. Lo stato fornisce anche denaro per sostituire i pozzi a secco, ma c’è una lunga attesa per ottenerne uno nuovo.

Non tutti ricevono assistenza.

Thomas Chairez ha detto che la sua proprietà di Fairmead, che lei affitta a una famiglia di otto persone, usava per prendere l’acqua dal pozzo del suo vicino. Ma quando si è asciugato due anni fa, i suoi inquilini hanno perso l’accesso all’acqua corrente.

Chairez sta cercando di convincere la contea a fornire un serbatoio di stoccaggio e un servizio di distribuzione dell’acqua. Per ora, i suoi inquilini devono riempire secchi da 5 galloni (19 litri) a casa di un amico e trasportare l’acqua in auto ogni giorno. Usano l’acqua per cucinare e fare la doccia. Hanno servizi igienici portatili nel cortile.

“Stanno sopravvivendo”, ha detto Chairez. “In Messico lo facevo. Io stesso portavo due secchi da molto lontano. Quindi dobbiamo sopravvivere in qualche modo. Questa è un ‘emergenza.”

Le perforatrici per pozzi sono molto richieste poiché le pompe dell’acqua smettono di funzionare in tutta la San Joaquin Valley.

Ethan Bowles ei suoi colleghi stavano recentemente perforando un nuovo pozzo in un ranch nel quartiere di Madera Ranchos, dove quest’anno molti pozzi si sono prosciugati.

“Sono state telefonate quasi ininterrotte solo a causa del costante calo della falda freatica”, ha affermato Bowles, che lavora per Drew e Hefner Well Drilling, con sede a Chowchilla. “La maggior parte dei residenti ha i propri pozzi da molti anni e all’improvviso l’acqua smette di scorrere”.

La sua azienda deve ora perforare da 500 e 600 piedi (da 152 a 183 metri) per fornire ai clienti una fornitura costante di acque sotterranee. Sono duecento piedi più profondi dei pozzi più vecchi.

“I pozzi devono solo andare più in profondità”, ha detto Bowles. “Devi colpire una falda acquifera diversa e portarli in una parte diversa di quella falda freatica in modo che possano effettivamente avere acqua fresca per la loro casa”.

A marzo il gov. Gavin Newsom ha firmato un ordine esecutivo per rallentare la frenesia della perforazione di pozzi negli ultimi anni. La misura temporanea vieta agli enti locali di rilasciare permessi per nuovi pozzi che potrebbero danneggiare pozzi o strutture vicine.

I problemi delle acque sotterranee della California arrivano quando le agenzie locali cercano di conformarsi al Sustainable Groundwater Management Act, che il Gov. Jerry Brown ha firmato nel 2014 per prevenire il sovrapompaggio delle acque sotterranee durante l’ultima siccità. La legge richiede alle agenzie regionali di gestire le proprie falde acquifere in modo sostenibile entro il 2042.

Gli esperti dell’acqua ritengono che la legge porterà a forniture idriche sotterranee più sostenibili nei prossimi due decenni, ma la strada sarà accidentata. Il Public Policy Institute of California stima che circa 500.000 acri (202.000 ettari) di terreno agricolo, circa il 10% del totale attuale, dovranno uscire dalla produzione nei prossimi due decenni.

“Queste comunità saranno colpite dall’approvvigionamento di acqua potabile e dalla perdita di posti di lavoro”, ha affermato Isaya Kisekka, esperta di acque sotterranee presso l’Università della California, Davis. “C’è molta migrazione di lavoratori agricoli mentre questa terra viene incolta”.

Gli agricoltori e i residenti della Valle sperano in un aiuto dall’alto. “Speriamo di avere molta pioggia”, ha detto Chairez. “C’è un grande bisogno: l’acqua. Abbiamo bisogno di acqua, acqua, acqua”.

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *