Gli uomini non possono fare Zumba. È nei loro geni?

Zumba mi ha salvato durante la pandemia. Prima del COVID, prendevo 3 o 4 lezioni a settimana di combustione dell’ATP (per chi non lo sapesse, ATP sta per adenosina trifosfato, la molecola che le cellule dividono per rilasciare energia). Ma a marzo 2020, quando il mondo si è chiuso, i miei amati corsi di ballo sono improvvisamente cessati. Ricordo la mia ultima lezione. Solo dieci persone hanno partecipato, perché tanti erano già troppo spaventati per avventurarsi fuori.

Mentre il blocco continuava, ho trovato migliaia di video di danza online, a favore di un’istruttrice bionda dalla Germania e di gruppi di adolescenti delle Filippine e della Corea del Sud. Sembrava mondano pur essendo intrappolato. I miei istruttori Zumba locali si sono rapidamente reinventati per lo zoom. Poi, quando il mondo ha ricominciato ad aprirsi, sono tornato a lezione, mascherato fino a quando anche quello è stato abbandonato.

L’unica cosa che si è distinto, soprattutto durante il COVID, è stata la partecipazione di pochi uomini. Parte del motivo potrebbe essere una reazione a ciò che alcuni potrebbero aver pensato fosse un esercizio “femminile”. Ma qui sta succedendo qualcos’altro?

Origini di Zumba – Non Jane Fonda né Richard Simmons

Secondo la tradizione, Zumba è il frutto di un’idea del coreografo colombiano Beto Pérez. Negli anni ’90 Beto, come lo chiamano riverentemente i miei istruttori, un giorno presumibilmente dimenticò la sua musica e sostituì nastri di merengue e salsa, che sono balli (non cibi). Ben presto, Beto iniziò ad aggiungere le canzoni ad altre classi.

Immagine
Credito: May Martinez Fotografia

Come piccoli mammiferi che si evolvono sotto le orme dei giganti dei dinosauri, la danza si è evoluta, debuttando ufficialmente nei video di fitness nel 2001. Beto ha inizialmente chiamato le nuove routine rumbacize, poi sumba, ma è finito con Zumba, secondo quanto riferito perché da bambino aveva amava Zorro.

Ho provato Zumba all’inizio, ma non l’ho seguito perché era molto veloce e la musica non mi era familiare. Ho ricominciato una decina di anni fa e ho scoperto che, sempre come i mammiferi, si era diversificato. Oggi una lezione potrebbe includere Uptown Funk, Dancing Queen, Night Fever, le ultime di Ed Sheeran o Meghan Trainor, e anche i pezzi di ispirazione latina che ho imparato ad amare. Fanno impennare il mio contapassi.

Anche se un maschio della specie ha inventato Zumba, secondo la mia esperienza gli uomini partecipano raramente, la quasi assenza di persone con cromosomi Y è del tutto evidente. O non vogliono farlo o non possono. Le mie classi hanno zero o un uomo, tra almeno due dozzine di donne.

Gli uomini che vanno a Zumba hanno coraggio e alcuni a quanto pare hanno qualcosa chiamato “sordità battuta”, che è “una forma di amusia congenita”. Generalmente mancano di ritmo, memoria o qualsiasi idea di dove si trovino i loro corpi nello spazio tridimensionale, una caratteristica chiamata propriocezione. Il loro senso vestibolare è fuori controllo, gli occhi e le orecchie non sono in grado di comunicare tramite i nervi con i muscoli, i tendini e le articolazioni. È una disconnessione perpetua e pervasiva che proprio stamattina ha mandato lo sfortunato maschio gesticolando accanto a me ripetutamente nella direzione sbagliata.

capre da ballo maschili

Alcune ricerche, sebbene non formali, suggeriscono che uomini e donne elaborano i suoni in modo diverso e che i maschi hanno maggiori probabilità rispetto alle donne di soffrire di incapacità di ballare. Non tutti gli uomini sono così afflitti; da Fred Astaire a Mikhail Baryshnikov a Michael Jackson, più di pochi esseri umani con il cromosoma Y hanno dimostrato le loro abilità sulla pista da ballo.

Immagine

Zumba però, questa è un’altra storia.

Poco dopo la ripresa delle lezioni di Zumba quando il COVID è diminuito, un uomo si è unito coraggiosamente alla nostra classe. Un tipo socievole, si presentò felicemente come un campione di pickleball, il suo abbigliamento più adatto a rincorrere le palle che a movimenti ritmici. Ha provato. È durato più a lungo di qualsiasi altro maschio che ho visto, circa quattro settimane. È tornato sul campo da pickleball (qualcosa per cui non ho talento).

Ovviamente ci sono delle eccezioni. John Travolta sarebbe senza dubbio fantastico. Il mio istruttore di Zumba, Carolyn, porta suo marito Ronnie a lezione, ed è un ballerino eccezionale, ma forse è proprio questo che li ha attratti l’uno per l’altro. Ronnie non solo tiene il passo con Carolyn, ma a volte guida la classe. E ha un solo polmone!

Non potevo trascinare mio marito a Zumba, ma ha provato l’aerobica. Non è andata bene.

L’aerobica è di diversi ordini di grandezza più facile di Zumba, consiste nel fare un passo da un lato all’altro, da un lato all’altro, da una marcia all’altra e un passo a V occasionale, che è quello che sembra. Larry si muoveva perennemente nella direzione sbagliata, incapace di gestire anche i rudimenti, e non poteva andarsene abbastanza in fretta. Tuttavia, ha corso più di una dozzina di maratone. I suoi talenti sono chiaramente altrove.

Questa settimana, un nuovo maschio si è presentato a Zumba, accanto a me. Il suo limite principale sembrava essere la velocità di elaborazione, rendendolo incapace di tenere il passo, ma all’inizio ho avuto anche quel problema. Il trucco è sentire il ritmo, la musica. Quando abbiamo dovuto prendere 8 diapositive a destra, l’ho sbattuto addosso perché era fermo, confuso. Mi sono sentito male per lui, ma mi ha dato l’idea di scrivere questo articolo.

L’approccio per ottenere il massimo da Zumba è percepire gli schemi, le ripetizioni, in modo da poter percepire cosa sta arrivando. La maggior parte dei balli sono solo 3 o 4 brevi routine, ripetute 3 o 4 volte. Mi chiedo perché sono abile nell’imparare questo, ma al college ero completamente sconcertato dalla chimica organica, che si basa anche sul riconoscimento di schemi. Forse è il cameratismo di una lezione di ginnastica rispetto alla competizione contro i pre-medicinali pensando di essere agli Hunger Games mentre prendono l’orgo.

Ad ogni modo, ho iniziato a interrogarmi sulla biologia della capacità di fare Zumba e sul contributo della genetica. La selezione naturale non avrebbe favorito i tratti ereditari che hanno consentito a un corpo umano di catapultarsi abilmente lontano dal pericolo, come una tigre dai denti a sciabola o una valanga?

Immergersi nei dati

Per identificare i geni che potrebbero avere varianti che conferiscono la capacità di ballare, si potrebbero esaminare i marcatori genetici (polimorfismi a singolo nucleotide o SNP) che le società di test del DNA dei consumatori utilizzano per raccontare ai consumatori se stessi. Forse 23andMe sonda già l’abilità di ballo? Così ho deciso di guardare e ho trovato tre riferimenti.

1. Io e 23

Mentre 23andme testa campioni di sputi per varianti genetiche associate a tratti scintillanti come forfora, mento schisi, capacità di abbinare il tono musicale, frequenza delle punture di zanzara, preferire il cioccolato alla vaniglia e odiare i suoni di qualcuno che mastica, ho trovato solo uno che potrebbe facilitare il capacità di ballare, descritta in questo post del blog del 2008. Riporta un bit in più all’inizio di un gene chiamato AVPR1a che nelle arvicole – un tipo di roditore – è associato al legame sociale e negli studenti universitari con la tendenza a regala soldi giocando al gioco del dittatore. Un articolo del 2007 menzionato nel blog collega la variante AVPR1a alla “performance di danza creativa”, che suona più complessa di Zumba, ma forse correlata.

2. Eredità mendeliana in linea nell’uomo

Questo è un database che funge da bibbia dei genetisti clinici. Ho trovato l’attitudine al tipo di visualizzazione spaziale originato da un gene situato verso il braccio corto del cromosoma X. Ciò sarebbe coerente con le femmine che hanno due cromosomi X rispetto a quello del maschio. Sebbene un processo chiamato inattivazione X spenga una X in ciascuna cellula femminile per compensare la sua superiorità genetica – in realtà è chiamata “compensazione del dosaggio” – statisticamente alcune donne esprimerebbero più della metà dei loro cromosomi X. Forse sono i ballerini.

3. Meta analisi

Questo studio di quasi 4.000 articoli, da quattro ricercatori maschi, ha cercato geni che hanno varianti che potrebbero influenzare l’abilità di ballo. I risultati, pubblicati su PLoS One nel 2021, hanno analizzato tre tratti: fitness cardiovascolare, forza muscolare e potenza anaerobica. Queste abilità non sono le stesse della capacità di ricordare uno schema di tre cha-chas, due salse, quattro charleston e una vite, ma forse sono coinvolti alcuni degli stessi geni.

Essendo uno studio di studi, la meta-analisi ha vomitato dati. La conclusione:

L’analisi dei sottogruppi ha mostrato che il 44%, il 72% e il 10% della varianza della risposta nei fenotipi aerobici, di forza e di potenza, rispettivamente, erano spiegati da influenze genetiche.

Ho esaminato la tabella dei geni implicati e ho considerato cosa fanno le proteine ​​che codificano. Per lo più, hanno senso per l’abilità di ballo.

Un gene familiare è ACTN3 (alfa-actinina-3). La proteina è ben nota per le sue due forme, una predomina tra i velocisti e l’altra tra i corridori di lunga distanza. Un altro è APOE, una proteina che lega i grassi. Le varianti si trovano dietro l’Alzheimer e le malattie cardiovascolari.

Diversi geni – COXIV, CS, HADH e PFK – codificano per proteine ​​che prendono parte al ciclo di Krebs, che possono suscitare flashback nella biologia delle scuole superiori. Un gene chiamato AMPK codifica per una protein chinasi, che rileva il livello di ATP (energia cellulare). PGC codifica per un enzima digestivo. Questi sono tutti attori della respirazione cellulare, che è l’estrazione di energia dal cibo. Quindi potrebbero essere importanti nella capacità di potere attraverso una classe di Zumba.

Un gene sconcertante identificato è ACE2, che codifica per l’enzima di conversione dell’angiotensina 2. ACE2 regola la salute dei reni e del cuore ed è anche il recettore per SARS-CoV-2, il virus che causa il COVID. Ma ACE2 è su così tanti tipi di celle che potrebbe apparire ovunque.

Immagine
Sfidando le probabilità: Jon Entine di GLP all’allenamento di danza classica

Sono stato felice di trovare questi riferimenti, ma nessuno dei geni implicati chiarisce come e perché gli uomini che ho osservato mentre tentavano di Zumba non sembrano seguire semplici istruzioni, ricordare qualcosa o assegnare movimenti ai battiti. Quindi propongo uno studio più diretto.

Usa i dati 23andMe: diciamo un milione di SNP. Dividi i partecipanti per sesso e se fanno regolarmente o meno Zumba. Avere loro un livello di padronanza di autovalutazione. Mi darei un 8, i miei istruttori 10, l’uomo che si è schiantato su di me stamattina un 4. Quali varianti genetiche condividono i 10? Confrontalo con un ampio campione di individui sedentari di entrambi i sessi e forse includi coloro che non si identificano come una scelta binaria di genere.

Se l’analisi punta a un gene specifico che ha varianti che compaiono regolarmente nei ballerini ma non in coloro che non sanno ballare, allora forse c’è una componente genetica nella capacità di fare Zumba.

Ricki Lewis ha un dottorato di ricerca in genetica ed è uno scrittore scientifico e autore di diversi libri di genetica umana. È professore a contratto per l’Alden March Bioethics Institute presso l’Albany Medical College. Seguila sul suo sito web o su Twitter @rickilewis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *