Dopo 26 anni di ritardo, la pulizia ambientale sta per essere completata nel sito contaminato della West Valley

Nate Schwegel è cresciuto ai piedi delle dolci colline a ovest di Kalispell, in un quartiere di West Valley Drive, appena in fondo alla strada da Ashley Creek. Decenni dopo, ricorda ancora vividamente l’accozzaglia di misteriosi carri armati d’acciaio che colpiscono pose casuali tra i cespugli di conigli e i grappoli d’erba lungo la strada dalla sua casa d’infanzia, un parco giochi di discarica per i bambini del posto.

“Ricordo di averli visti da bambino. Mi sono sempre chiesto cosa ci fosse dentro”, ha affermato Schwegel, che ora lavora come responsabile della risposta per Environmental Restoration LLC, una società privata che risponde a incidenti significativi a livello nazionale che coinvolgono il rilascio di materiali pericolosi.

“Ho pensato che fossero vuoti.”

A quanto pare, i serbatoi non erano vuoti. Contenevano decine di migliaia di galloni di idrocarburi pericolosi a base di petrolio e, nonostante 26 anni di denunce documentate a funzionari locali e statali, nonché ripetuti tentativi da parte di quelle agenzie di “obbligare la pulizia da parte del proprietario della proprietà”, erano stati abbandonato sul francobollo di mezzo acro di terreno agricolo, lasciato arrugginire e spargere sostanze tossiche sulla parcella agricola.

Fino ad ora.

Nell’arco di circa cinque settimane a partire da settembre. 15, una pulizia di emergenza da 1,2 milioni di dollari da parte dell’Agenzia federale per la protezione ambientale degli Stati Uniti (EPA) si è svolta su quello che è stato soprannominato il “Sito di liquame abbandonato di Valley Drive”, che ha portato allo smontaggio e alla rimozione dei serbatoi e allo smaltimento di 545 tonnellate di materiale contaminato terra, 80.000 galloni di rifiuti di cisterne e 180 iarde cubi di rifiuti di acciaio, che ora sono stati avvolti in burrito e trasportati in una discarica.

“È stato un po’ strano quando ho ricevuto la chiamata per il lavoro perché sapevo esattamente dove si trovava il sito”, ha detto Schwegel, che ora vive a Libby. “Mia madre e mia sorella vivono ancora a mezzo miglio di distanza.”

Anche se i vicini si lamentano dei carri armati da quasi tre decenni, la resistenza dei proprietari ha ostacolato i tentativi locali di indagare sul sito. Quando un vigile del fuoco locale di nome Josh Pipolo ha notificato al National Response Center dell’EPA il 14 luglio 2022, spiegando che “un materiale scuro fuoriuscito dal serbatoio più grande si stava accumulando a terra” al pubblico, i serbatoi erano appena intatti .

“Potremmo essere a poche settimane o mesi da una grave contaminazione da pozzi e falde acquifere”, ha detto Pipolo. “Sono curioso di sapere quanti altri siti di materiali pericolosi gravi esistono all’interno della contea. Questo sembra un grave fallimento della leadership da parte dello stato e della contea”.

Secondo un rapporto presentato da Paul Peronard dell’EPA, che per 24 anni ha lavorato come coordinatore sul posto per il programma CERCLA (Comprehensive Environmental Response, Compensation and Liability Act) dell’agenzia nella regione 8, i serbatoi erano in vari stadi di degrado.

“Sulla base delle mie osservazioni e dello stato attuale dei carri armati in degrado, sono preoccupato che i carri armati rischino di fallire”, ha scritto Peronard in un memorandum d’azione chiedendo l’approvazione e il finanziamento per un’azione di rimozione di emergenza. “Sono preoccupato che il grande serbatoio che è appoggiato al palo della recinzione diventi instabile, rotolerà sul diritto di precedenza del pubblico, si spezzerà e svuoterà il suo contenuto sulla strada. Sono anche preoccupato che gli altri serbatoi continueranno a deteriorarsi e la quantità di materiale che fuoriesce da questi serbatoi aumenterà”.

“Credo che ci sarà un impatto diretto sul vicino sistema di spartiacque se la perdita continua o se si verifica un guasto catastrofico di uno dei serbatoi in degrado”, ha concluso Peronard nella nota.

Gli equipaggi, sotto la direzione dell’EPA, smantellano i grandi serbatoi utilizzati per immagazzinare rifiuti pericolosi di idrocarburi su una proprietà privata lungo la West Valley Drive a Kalispell il 18 ottobre 19, 2022. Cacciatore D’Antuono | Faro a testa piatta

Poiché i carri armati si trovavano su una proprietà privata, la squadra di Peronard aveva bisogno del permesso per accedere al terreno e iniziare la pulizia. Tuttavia, parte della sostanza nera e viscosa era filtrata nel condotto di drenaggio e si stava riversando dalla proprietà, consentendo a Peronard di campionarla.

Il campionamento nel sito ha confermato la presenza di idrocarburi policiclici aromatici, o IPA, in particolare i composti cancerogeni xilene, etilbenzene e naftalene, che possono “causare cancro, mutazioni, difetti alla nascita e/o morte nei pesci, nella fauna selvatica e negli invertebrati” e che Peronard ha stabilito che “presentano una minaccia per la salute pubblica e l’ambiente e soddisfano i criteri per avviare un’azione di rimozione”.

Inoltre, le prove dell’attività umana nel sito includevano “numerosi esempi di graffiti su molti dei carri armati e un’infarinatura di vestiti e altri detriti umani che indicavano che era in corso l’ingresso di esseri umani nel sito”, secondo Peronard. Durante un’ispezione del sito ad agosto, “i bambini sono stati osservati giocare dentro e intorno alle proprietà residenziali adiacenti” ei vicini della struttura hanno affermato di aver visto bambini che giocavano con le “valvole” sui serbatoi.

Tuttavia, nonostante la minaccia per la salute pubblica e ambientale, e nonostante la documentazione esauriente della contea di Flathead e del Dipartimento per la qualità ambientale del Montana (MDEQ), la resistenza dei proprietari della proprietà ha ostacolato gli sforzi di pulizia.

“Questo è stato rimbalzato in Montana per la maggior parte dei due decenni, in parte perché ai funzionari statali e locali non piace davvero martellare i loro cittadini locali”, ha detto Peronard al Beacon. “Non stavano andando fuori e abbassare il boom su queste persone. Non è così che si fanno gli affari nel Montana. È stato abbastanza facile lavorare con la contea, semplicemente non sarebbero intervenuti oltre all’invio di notifiche di violazione. Quindi, quando abbiamo ricevuto il rinvio, abbiamo contattato la contea di Flathead e abbiamo ricevuto tonnellate di informazioni sulla proprietà. Abbiamo contattato i proprietari della struttura. Non è andata così bene”.

I registri statali e di contea rivelano tentativi di imporre misure di pulizia sulla proprietà risalenti a 26 anni fa, inclusa un’indagine sulla proprietà durata diversi anni tra il 2018 e il 2020. Il procuratore della contea di Flathead Travis Ahner ha emesso al proprietario della proprietà un avviso di violazione di un’ordinanza locale sul degrado , e ha condotto visite in loco nell’estate del 2018, estate 2019, gennaio 2020, febbraio 2020 e luglio 2020. Il funzionario locale ha pubblicato un avviso di violazione sulla proprietà, ma non ha ricevuto risposta e non ha intrapreso ulteriori azioni.

I fascicoli del caso Montana DEQ vanno ancora più indietro e includono rapporti dettagliati di indagine sul campo del 18 luglio 1996, che identificano la proprietaria della proprietà come Irene Serio, che insieme a suo marito possedeva un’attività di abbattimento della polvere stradale chiamata Sure-Seal. I fascicoli del caso riassumono gli sforzi dal 2005 al 2017 per contattare i Serio “in più occasioni tramite server di processo, posta, familiari e social media”.

“I tentativi di DEQ di contattare Irene Serio non hanno avuto successo”, concludono i rapporti.

Per documentare la provenienza dei serbatoi, l’agenzia ha riferito che i Serio hanno acquisito i “fondi dei serbatoi di petrolio greggio” da aziende locali di legname e “residui di precipitazione dell’essiccatore per impiallacciatura” da piante di prodotti in legno. Sulla base dei suoi dati di campionamento, MDEQ ha rilevato che il materiale fuoriuscito dai serbatoi era probabilmente “olio viscoso”, un prodotto nero e viscoso utilizzato come legante per la pavimentazione della pavimentazione.

Secondo Kevin Stone, un responsabile delle informazioni pubbliche per DEQ, l’agenzia “è a conoscenza di questo sito da molti anni e, utilizzando le opzioni a nostra disposizione, abbiamo tentato più volte di richiedere al proprietario terriero di ripulire la proprietà”.

“Recentemente nel 2019 DEQ ha intrapreso un’azione legale per far rispettare la legge sulla gestione dei rifiuti solidi e le regole amministrative, ma non siamo stati in grado di individuare il proprietario della proprietà”, ha scritto Stone in un’e-mail. “Lo stato non ha le risorse per entrare e fare la pulizia da solo e siamo lieti che l’EPA sia stata in grado di sfruttare i finanziamenti disponibili per eseguire un’azione di rimozione di emergenza e affrontare questa contaminazione”.

Un fango di rifiuti di idrocarburi pericolosi ricopre l’interno di un serbatoio lungo la West Valley Drive a Kalispell il 18 ottobre 19, 2022. L’EPA e gli appaltatori locali stanno smontando i serbatoi e rimuovendo i rifiuti. Cacciatore D’Antuono | Faro a testa piatta

Per Peronard, che 20 anni fa ha guidato la risposta di emergenza dell’EPA alla contaminazione letale da amianto che ha devastato la città di Libby, alcuni numeri di telefono disconnessi non lo avrebbero scoraggiato. Così, con un mucchio di documenti sulla scrivania, comprese possibili informazioni di contatto per Serio, Peronard prese il telefono e iniziò a comporre il numero.

“Il 27 luglio 2022, ho tentato di contattare telefonicamente Irene Serio, effettuando sei telefonate a sei numeri di telefono diversi”, secondo il rapporto di Peronard. Al sesto tentativo, un individuo ha risposto al telefono, identificandosi come l’ultimo di Serio. Prese un messaggio e, poco dopo, Serio richiamò Peronard.

“Durante questa conversazione, le ho chiesto verbalmente di firmare il modulo di consenso all’accesso dell’EPA per consentire all’EPA l’accesso alla proprietà Serio per indagare e ripulire i serbatoi che perdono”, ha detto Peronard. “Irene Serio ha dichiarato di aver acquistato l’olio adesivo e la resina di pino che si trova nei serbatoi da un’azienda locale di legname e che lei e suo marito avevano pianificato di utilizzare il materiale nella loro attività di pavimentazione. Ha anche affermato che non aveva paura dell’EPA e che “l’EPA non può fare merda” e mi ha riattaccato. Il 27 luglio 2022, l’EPA ha inviato un’e-mail a Irene Serio e suo marito chiedendo l’accesso alla proprietà Serio. Suo marito ha risposto via e-mail dicendo: “Vaffanculo a te e al cavallo su cui sei salito”.

Infine, Peronard ha richiesto e ricevuto un mandato federale per entrare e accedere alla proprietà, che scade il 19 novembre. 30, a quel punto il sito sarà stato classificato e seminato con erba autoctona.

Parlando al telefono mentre si recava a un’altra pulizia di emergenza nel Wyoming, Peronard ha detto che il superamento di ostacoli come quelli che ha incontrato a West Valley Drive fa parte del lavoro.

“Con tutto ciò in mente, questo non è il peggior sito in cui sono stato, ma non è stato carino”, ha detto. “Fortunatamente, tutto era ancora intatto. C’erano perdite minori in alcuni di questi serbatoi, ma tutto era intatto. Se abbiamo aspettato cinque anni? Dieci anni? Non lo so, ma è molto più facile fare la pulizia quando la sostanza pericolosa è ancora per lo più contenuta”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *