Defence Business Brief: come sarà lo spazio esterno nel 2050; I maggiori appaltatori del Pentagono; B-21 data di rivelazione; e altro ancora.

Union Market, il magazzino di ristoranti e negozi alla moda racchiuso tra la Union Station di Washington e la Gallaudet University, è un luogo noto soprattutto per gli hipster, non per gli appaltatori della difesa. Quindi puoi immaginare la mia sorpresa e il mio intrigo per l’e-mail nella mia casella di posta che mi invitava a un evento della Lockheed Martin in un quartiere pieno di negozi all’ingrosso.

Dopo essere entrati nel magazzino attraverso un vicolo sul retro, i visitatori attraversato un corridoio che ha fatto sobbalzare i ricordi di Star Wars e Space Mountain: un ingresso appropriato, considerando che l’evento è stato etichettato come “Destination Space: 2050”.

All’interno, gli ingegneri dei display interattivi hanno parlato di una tecnologia nascente che potrebbe diventare una realtà tra 30 anni. Stiamo parlando di cose come il riciclaggio di satelliti esistenti, il rifornimento di carburante e persino la produzione di satelliti, nello spazio. C’era persino l’intelligenza artificiale che aiutava a trovare modi per difendere i satelliti da missili, jamming o altri tipi di attacchi. Poi c’era la roba appena uscita Per tutta l’umanitàcome le basi lunari.

Gli ingegneri dietro la tecnologia, non i venditori di sviluppo aziendale, hanno spiegato a responsabili politici e giornalisti ciò che immaginano sarà possibile tra tre decenni.

Sebbene l’evento avesse lo scopo di mostrare la tecnologia spaziale militare, civile e commerciale, un grande vantaggio, almeno per me, è stato che gran parte della tecnologia è a duplice uso. Ad esempio, un satellite a infrarossi potrebbe rilevare il lancio di un razzo nemico e tracciare un incendio boschivo.

Tutto questo per dire, era molto diverso dai tipi di eventi che gli appaltatori della difesa tipicamente tengono.

Il Pentagono ha pubblicato la sua lista annuale dei migliori appaltatori in base ai contratti dell’anno fiscale 2021, che, come al solito, è sormontato da Lockheed. Boeing, Raytheon Technologies, General Dynamics e Northrop Grumman completano la top 5. L3 Technologies è stata la n. 7 e Huntington Ingalls Industries n. 9. Le restanti tre società: i produttori di vaccini COVID-19 Pfizer e Moderna e la compagnia di assicurazione sanitaria Humana. Ricorda, il Dipartimento della Difesa ha stipulato gli appalti per le scorte statunitensi di vaccini e trattamenti COVID. I primi tre stati che ottengono contratti di difesa: Virginia, California e Texas. Leggi il rapporto completo stato per stato qui.

Il mio collega Patrick Tucker esplora “perché la cotta del Pentagono per Elon Musk è dannosa per la democrazia”. ICYMI, SpaceX di Musk è in discussione con il Pentagono su chi deve pagare il conto per i satelliti per comunicazioni Starlink utilizzati dalle forze militari ucraine. Leggi la versione di Patrick qui.

Il comandante del comando dei trasporti degli Stati Uniti afferma che le compagnie aeree e le navi commerciali dovranno svolgere un ruolo importante nello spostamento di truppe e rifornimenti se gli Stati Uniti entreranno in guerra nel Pacifico. Per facilitare questo e altri possibili scenari, i funzionari statunitensi stanno cercando modi per dare alle aziende un maggiore accesso all’intelligence e alle tecnologie militari che consentirebbero loro di volare e navigare in aree in cui le reti civili e i satelliti di navigazione sono bloccati. Leggi di più qui.

Ecco un rapporto tempestivo dall’elenco di Bill Hartung del Quincy Institute raccomandazioni politiche per la vendita di armi statunitensi all’estero. Tra questi: restringere la cosiddetta “porta girevole” tra governo e imprese; in tal modo il Congresso deve approvare le principali vendite di armi individuali; aumentare la trasparenza degli accordi sulle armi; e che richiedono migliori valutazioni del rischio da parte dei dipartimenti di Stato e della Difesa. Alcuni legislatori hanno chiesto di bloccare la vendita di armi all’Arabia Saudita dopo che l’OPEC ha annunciato che avrebbe tagliato la produzione di petrolio, una mossa vista a beneficio della Russia e ad aumentare i prezzi alla pompa di benzina.

Segna i tuoi calendari, il bombardiere B-21 sarà svelato al pubblico a Palmdale, in California, il 10 dicembre 2. A settembre, noi previsto la grande rivelazione avverrebbe in concomitanza con il Reagan National Defense Forum, che si terrà il 12 dicembre. 3 nella Valle di Simi.

Lockheed ha riportato i suoi guadagni del terzo trimestre, in cui i dirigenti hanno affermato che i problemi della catena di approvvigionamento dovrebbero continuare nel 2023. “Continuiamo ad anticipare la crescita a lungo termine, ma con gli impatti residui della pandemia e le sfide della catena di approvvigionamento che continuano, ora prevediamo di tornare alla crescita nel 2024”, il CEO Jim Taiclet ha detto martedì durante la chiamata di guadagno trimestrale della società.

Dopo la chiamata di guadagno su CNBC, il CFO Jay Malave ha affermato che l’acquisizione di chip per computer è un “oggetto da tenere d’occhio”, ma la società “non ha davvero avuto un impatto significativo” a causa della carenza di componenti elettronici. Laddove ha visto scontri nella catena di approvvigionamento, hanno coinvolto “più di [the] parti strutturali del velivolo”.

Anche alla chiamata, Taiclet ha rivelato che la società ha sostenuto un gruppo interno per creare partnership con aziende di difesa, commerciali e spaziali di medie dimensioni.

Dieci tocchi: Raytheon, General Dynamics, Boeing, Northrop e L3Harris Technologies riportano tutti gli utili del terzo trimestre la prossima settimana.

Palantir ha aggiunto quattro nuovi membri al suo Consiglio consultivo federale, tra cui il dott. Deborah Birx, l’ex coordinatrice della Task Force Coronavirus della Casa Bianca; Will Hurd, l’ex deputato repubblicano del Texas; Gustave Perna, il generale dell’esercito in pensione che era il capo dell’operazione Warp Speed; e Greg Simon, ex direttore esecutivo della White House Cancer Moonshot Task Force e della Biden Cancer Initiative.

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *