Come ottenere un colloquio di lavoro con un Data Scientist con American Express

Nonostante abbia oltre quattro anni di esperienza come analista, Tracy Cui ha trascorso innumerevoli ore da manager a prepararsi per il suo colloquio di lavoro presso American Express per una posizione simile.

Ha pagato. All’inizio di quest’anno Cui è stato assunto come senior manager della misurazione pubblicitaria per il dipartimento di soluzioni digitali e dati aziendali di American Express.

“La prima cosa che ho fatto per prepararmi per i miei colloqui è stata assicurarmi di essere pronto a rispondere e spiegare tutto sul mio curriculum. È molto importante che l’intervistatore comprenda la tua esperienza passata”, ha detto Cui a Built In, sottolineando che ha anche svolto ricerche approfondite su Amex come parte della sua strategia di colloquio di lavoro.

Altro sullo sviluppo della carrieraCome chiedere un aumento (e cosa dire)

Quali sono le domande e le risposte più comuni nell’intervista?

Ancora di recente familiarità con lei colloquio di lavoro presso American ExpressCui ha condiviso alcuni dei domande le è stato chiesto durante il processo di intervista in tre fasi.

Domande sul colloquio di lavoro AMEX

  • Come gestisci il tuo rapporto con i clienti?
  • Cosa puoi dirmi dei tuoi progetti passati e delle loro sfide?
  • Di fronte alle sfide di un progetto, come rispondi?
  • Perché hai scelto questo modello o metodologia rispetto a uno diverso nel tuo progetto?
  • Quali sono le ultime tendenze nel nostro settore e quali nuovi approcci vorresti adottare e perché?
  • Come gestisci la collaborazione e il conflitto con le parti interessate?
  • Come dai priorità al tuo lavoro con più scadenze?
  • Come ti approcci a fornire e ricevere feedback?

Per aggiungere una prospettiva sul motivo per cui i responsabili delle assunzioni e le altre persone coinvolte nel processo pongono queste domande, Vlad Katsva, direttore dell’analisi e responsabile delle assunzioni di Cui, e Mahesh Bharariya, vicepresidente dei prodotti digitali e dell’analisi CX, hanno condiviso le loro informazioni.

Domande di intervista sullo schermo del telefono

Un reclutatore per American Express ha condotto la prima serie di domande dell’intervista, chiedendone alcune a Cui domande comportamentali come “parlami di te”. Queste domande sono state seguite da domande sulla sua passata esperienza lavorativa e una che l’ha leggermente sorpresa.

Come gestisci le relazioni con i clienti?

Invece di chiedere a Cui se lavorava con i clienti, la reclutatrice ha chiesto come gestiva le relazioni con i clienti.

“Questo tipo di domanda non mi aspettavo dal reclutatore, ma in seguito ho capito che la domanda era stata posta perché il mio ruolo richiede la comunicazione tra diversi team e stakeholder”, ha detto Cui. “Quindi, è molto importante che il reclutatore escluda questo tipo di abilità”.

La risposta a questa domanda aiuterà anche Amex a capire come un candidato al lavoro affronterà la questione potenzialmente spinosa delle parti interessate che sperano che i dati mostrino qualcosa che c’è o non c’è.

In che modo American Express utilizza i professionisti dell’analisi?

L’azienda utilizza l’analisi per la gestione del rischio di credito, il marketing, il modo in cui fornisce servizi ai membri delle carte, la personalizzazione, le decisioni di investimento e il miglioramento delle esperienze digitali all’interno dei suoi esperimenti.

“Molte volte, le persone che si occupano di analisi entrano in una discussione con le parti interessate e vogliono davvero che le cose funzionino per loro e potrebbero finire con i dati che raccontano la storia che le persone vogliono sentire”, ha detto Bhaariya a Built In. “Ma stiamo cercando un candidato che possa davvero essere autentico con i dati e fornire approfondimenti oggettivi in ​​un modo che possa aiutare la decisione in un modo o nell’altro”.

Domande per l’intervista del responsabile delle assunzioni

Durante il secondo round di interviste, Cui ha affrontato domande specifiche per quanto riguarda i suoi progetti di misurazione pubblicitaria passati, che sarebbero simili al suo lavoro all’American Express.

Gli sforzi di misurazione della pubblicità di Amex richiedono la misurazione dell’impatto prodotto dalle attività pubblicitarie e di marketing, ad esempio quanti nuovi account vengono acquisiti attraverso la pubblicità e il marketing e la determinazione di quali canali multimediali hanno il maggiore ritorno sull’investimento.

Qual è stata la tua sfida più grande sui tuoi progetti?

Il responsabile delle assunzioni, Katsva, ha chiesto a Cui qual è la sua più grande sfida nel progetto, perché ha scelto una metodologia piuttosto che un’altra, il vantaggio di utilizzare quell’altro approccio, quali risultati e impatto sono stati raggiunti e come sono stati misurati tali risultati.

“Il risultato, in definitiva, non si misura solo in semplicità, complessità o ingegno, ma in realtà più dal suo impatto”.

Una risposta forte riguarda il lavoro svolto, ma una risposta ancora più forte sarebbe come il lavoro ha fatto la differenza nella vita di qualcuno, ha detto Katsva.

“Il risultato, in definitiva, non si misura solo in semplicità, complessità o ingegno, ma in realtà più dal suo impatto”, ha detto Katsva a Built In.

Quali sono le ultime tendenze del settore?

Un’altra serie di domande che Cui ha dovuto affrontare durante l’intervista con il responsabile delle assunzioni riguardava le ultime tendenze nella misurazione della pubblicità, alcuni dei nuovi approcci di cui era a conoscenza, quali nuovi approcci stava provando e perché.

“Sono stato molto fortunato a partecipare costantemente a conferenze e leggere articoli, quindi sono stato in grado di avere una risposta per lui”, ha detto Cui. “Capisco che è importante ricercare sempre il proprio ruolo. Dimostra che sei interessato a quello che stai facendo.

Altro sullo sviluppo della carrieraCome costruire una carriera nella tecnologia responsabile

Domande per il colloquio che la leadership porrà

Anche Bhaariya, vicepresidente dei prodotti digitali e CX analytics, ha chiesto specifiche tecniche domande sul curriculum e sui progetti di Cui. Ad esempio, se Cui volesse misurare i risultati di una campagna mediatica, quale modello utilizzerebbe? Che tipo di dati richiederebbe? Di cosa avrebbe bisogno per costruire il modello?

Come si determina quale modello utilizzare?

“Queste domande molto specifiche non erano solo per valutare la mia comprensione e conoscenza, ma anche come applicarle”, ha detto Cui.

Quando Bhariya pone domande ai candidati per il colloquio, il suo interesse non si limita, ad esempio, al canale dei media, come ci si potrebbe aspettare nel caso di Cui. È molto più ampio.

“C’è il canale dei media, ma è uno dei tanti canali”, ha detto Bharariya. “Il candidato può rimpicciolire un po’ e comprendere l’intero contesto? Se hai più canali con cui stai lavorando in cui uno può avere un impatto sull’altro, il candidato salterà direttamente nella risoluzione di un problema dal punto di vista dei media o può pensare a come il canale mediatico può avere un impatto su altri canali e qual è il problema più grande che stai cercando di risolvere?”

Il suo consiglio? Non saltare subito in qualcosa. Indaga un po’, fai domande sul contesto del problema e sviluppa una visione più olistica in termini di risoluzione del problema.

Come dai la priorità al tuo lavoro?

Gli intervistatori hanno anche chiesto a Cui come dava priorità ogni giorno con più progetti e più scadenze.

Quello che Amex sta cercando in una risposta a questa domanda va oltre il loro ruolo e dipartimento quando stabiliscono le loro priorità.

“American Express è un’azienda fortemente basata sui dati. Le informazioni dettagliate sui dati sono fondamentali per le nostre capacità decisionali”.

“Quello che stiamo cercando è quella comprensione degli obiettivi aziendali, ciò che guida tali obiettivi e quindi la capacità di valutare diversi progetti nel contesto di tali driver e ordinarli in un tipo di quadro di risultato chiave oggettivo”, ha affermato Bharariya.

Ha anche aggiunto che è importante come un dipendente comunica tali priorità. Ha detto che la domanda non è tanto questo sarà fatto e non quello, ma piuttosto chiedere se questo è il momento giusto per farlo.

American Express ha un’esigenza vasta e variegata di progetti di analisi, ha affermato Bhaariya. Di conseguenza, la domanda di Amex per i professionisti dei dati IT è elevata.

“American Express è un’azienda fortemente basata sui dati. Le informazioni dettagliate sui dati sono fondamentali per le nostre capacità decisionali”, ha affermato Bharariya. “Quindi, c’è molto premio per le analisi e gli approfondimenti che emergono dai nostri dati”.

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *