Attenzione agli investitori di Tesla: Elon Musk ha una finestra ristretta per scaricare più azioni per generare denaro per l’acquisizione di Twitter

Se sei un investitore Tesla, potresti pensarci due volte prima di acquistare altre azioni in qualsiasi momento.

C’è il rischio che potresti inconsapevolmente fornire al CEO Elon Musk un rally vitale in cui può vendere una volta che Tesla pubblicherà i risultati del terzo trimestre il 19 ottobre.

In breve, gli azionisti potrebbero essere sorpresi a tenere la borsa per un miliardario povero di contanti che cerca di raccogliere fondi per il suo acquisto su Twitter al volo.

Martedì, Musk ha scioccato i mercati con la notizia che era pronto ad andare avanti con l’accordo da 44 miliardi di dollari con una data di chiusura prevista per il 28 ottobre.

Il suo improvviso cambiamento di opinione ha preceduto l’inizio di un processo di cinque giorni alla fine di questo mese in cui Twitter ha citato in giudizio il CEO presso la Delaware Court of Chancery per onorare il suo accordo contrattuale, un caso ampiamente previsto che avrebbe perso.

Tra queste due date chiave di ottobre, c’è ora una finestra di tempo ristretta in cui il CEO di Tesla può raccogliere qualsiasi parte rimanente dei $ 33,5 miliardi di azioni che si è impegnato a fornire e finalizzare il finanziamento per i $ 12,5 miliardi di debito di cui ha bisogno.

Avvertimento dal toro di Tesla

Il gestore del portafoglio Future Fund Gary Black, un toro di Tesla che è stato critico nei confronti dell’accordo su Twitter sin dall’inizio, ha avvertito di pressioni di vendita in vista.

Anche se stima che Musk abbia già liquidato $ 15,4 miliardi di azioni della sua casa automobilistica, crede che il CEO sia ancora pronto a guadagnare di più e cercherà sacche di forza del mercato per scaricare più azioni su investitori inconsapevoli.

“Ha ancora bisogno di vendere 5 miliardi di dollari [in] L’equità di Tesla per finanziare l’accordo, ma non può perché la finestra di scambio di Tesla è chiusa fino al 19/10″, Nero pubblicato giovedì.

Ciò si aggiungerebbe ai 3,6 miliardi di dollari stimati in azioni Twitter che Musk possiede già e ai 7,1 miliardi di dollari di investimenti esterni da ricchi sostenitori di terze parti come Alwaleed bin Talal e Larry Ellison dell’Arabia Saudita, supponendo che non rinuncino al loro impegno dall’inizio di maggio.

Se lo fanno, Musk potrebbe essere costretto ad alzarsi ancora di più.

Condividi la vendita di punto in bianco

Il problema è che trovare quel tipo di liquidità non è così facile, soprattutto perché la Federal Reserve continua a inasprire le condizioni del mercato del credito a rischio di una recessione.

L’enorme ricchezza di Musk è in gran parte legata alla sua partecipazione in Tesla, di cui è il maggiore azionista unico. Per finanziare il suo stile di vita relativamente basso in passato, l’amministratore delegato ha fatto ricorso a prestiti contro il valore delle sue azioni per evitare di pagare l’imposta sulle plusvalenze.

Per finanziare l’acquisto di Twitter, Musk ha già scelto di vendere due volte in periodi di relativa forza per il titolo Tesla.

Il primo è arrivato alla fine di aprile, dopo di che lo ha successivamente promesso non erano previste ulteriori vendite. Quell’impegno è durato circa tre mesi prima di scaricare più azioni, ancora una volta senza preavviso.

“Nel caso (si spera improbabile) che Twitter costringa a chiudere questo accordo * e * alcuni partner azionari non arrivino, è importante evitare una vendita di emergenza delle azioni Tesla”, ha spiegato ad agosto dopo il fatto.

Ogni vendita ha immediatamente seguito un periodo di blocco – prima i risultati del primo trimestre di Tesla e poi la sua riunione degli azionisti – e ciascuna ha segnato un massimo locale nel prezzo delle azioni a oltre $ 300 una volta aggiustato per il frazionamento azionario tre per uno di agosto.

La prossima data di questo tipo in cui Musk può scaricare più delle sue azioni, se necessario, è immediatamente successiva agli utili del terzo trimestre il 19 ottobreth. Gli orsi si aspettano che faccia tutto ciò che è in suo potere per aumentare il prezzo delle azioni di Tesla nel rapporto trimestrale.

Lancio improvviso del modello

Questo perché il mercato si è mosso contro Musk questa settimana.

In primo luogo, la rivelazione del prototipo di robot Optimus presentato venerdì scorso dopo un ritardo di sei settimane è diminuito, prima che le consegne del terzo trimestre ai clienti non fossero insolitamente inferiori alle stime di mercato.

Insieme, hanno mandato il titolo a sbandare verso il peggior calo di un solo giorno degli ultimi mesi.

Tesla ha perso un decimo del suo valore dal solo venerdì e più il prezzo scende, più azioni Musk potrebbe dover vendere per soddisfare eventuali impegni di finanziamento.

Entra nella Tesla Semi.

Dopo anni di attesa, Musk ha annunciato alla fine di giovedì che il modello pesantemente ritardato sarebbe finalmente uscito dalla catena di montaggio. I primi camion dovrebbero essere spediti a PepsiCo a dicembre, almeno un anno dopo il previsto.

Nate Anderson, capo del venditore allo scoperto Hindenburg Research, ha affermato che la notizia era probabilmente collegata alla chiusura dell’accordo su Twitter. “Tempismo affascinante per questo annuncio”, ha pubblicato. “Mi chiedo se potrebbe aver bisogno di vendere alcune azioni Tesla per raccogliere fondi per qualcosa…”

“Ulteriori malizia e ritardo”

Al momento, l’esito della controversia legale tra Twitter e Musk rimane fluido, senza segni che le due parti smetteranno di farsi avanti nonostante la promessa di Musk di onorare l’accordo alla fine di questo mese.

La piattaforma di social media è diffidente dopo essere stata bruciata due volte dall’imprenditore.

La prima volta è arrivata quando ha rinnegato un accordo per entrare a far parte del consiglio e invece il consiglio di Twitter ha minacciato di far crollare il prezzo delle azioni vendendo la sua quota se il consiglio non avesse accettato i termini della sua offerta pubblica di acquisto.

Il secondo è arrivato quando Musk ha successivamente ritirato l’accordo a luglio.

“Ora, alla vigilia del processo, gli imputati dichiarano che intendono chiudere dopo tutto. ‘Fidati di noi’, dicono, ‘siamo sul serio questa volta’”, ha scritto giovedì il team legale di Twitter.

Musk potrebbe anche sfuggire all’accordo con uno schiaffo sul polso se i sei finanziatori attorno a Morgan Stanley e Bank of America abbiano ritirato il finanziamento del debito.

Musk potrebbe potenzialmente uscire con solo una commissione di rottura di $ 1 miliardo, e mentre la maggior parte degli esperti ha affermato che le banche hanno poco margine di manovra per farlo, Twitter ha segnalato che non c’era ancora un impegno fermo.

“Proprio questa mattina, un rappresentante aziendale di una delle banche finanziatrici ha verificato che il sig. Musk deve ancora inviare loro un avviso di prestito e non ha altrimenti comunicato loro che intende chiudere la transazione, per non parlare di una sequenza temporale particolare”, ha scritto.

Pertanto la proposta di Musk di posticipare la chiusura fino al 28 ottobre è poco più che un “invito a ulteriori danni e ritardi”, ha affermato Twitter, che spera di tenere i piedi di Musk sul fuoco legale per assicurarsi che adempia al suo impegno.

Finché la piattaforma di social media non si fida del capriccioso CEO, gli azionisti potrebbero voler essere cauti mentre ci avviciniamo alla finestra di Musk che inizia con gli utili del terzo trimestre.

Iscriviti al Caratteristiche della fortuna mailing list in modo da non perdere le nostre funzionalità più importanti, interviste esclusive e indagini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *